Gli oli essenziali

Posted on 15 Giu 2012 in Avere cura del corpo | 0 comments

L’aromaterapia rientra in senso lato nella fitoterapia, ma rispetto agli altri preparati a base di erbe (estratti, tisane, tinture, creme, …) gli oli essenziali hanno proprietà e caratteristiche uniche.
In primo luogo sono costituiti da una miscellanea di molecole volatili che vengono percepite olfattivamente, ed esercitano quindi su di noi una grande influenza: le informazioni provenienti dall’olfatto sollecitano aree del cervello che sono strettamente connesse alle emozioni, al tono dell’umore ed alla regolazione ormonale.
Il secondo luogo sono estremamente liposolubili, ovvero riescono a penetrare attraverso la pelle ed a diffondersi attraverso i grassi delle cellule epidermiche.

Sono utilizzabili sia per via orale (ma è necessaria molta cautela) che tramite applicazioni esterne, e queste ultime si rivelano efficaci anche per problematiche non strettamente superficiali, ma più organiche: attraverso un olio da massaggio infatti è possibile veicolare oli essenziali ad azione diversa (rilassante, tonificante, decontratturante, ecc.)

Chi si avvicina per la prima volta agli oli essenziali rimane facilmente ammaliato dalla loro estrema gradevolezza ed in breve impara ad introdurli nella propria quotidianità non solo per curare disturbi passeggeri, ma anche per migliorare la qualità della vita: come antibiotici naturali, per migliorare o mantenere il proprio equilibrio psicofisico, per stimolare la creatività, per migliorare il rapporto con sé stessi o con gli altri o anche, semplicemente, per il piacere di manipolarli e di percepirli, cosa che si ripercuote positivamente suo piani diversi dell’essere.

Gli oli essenziali, grazie all’azione del sole, sono un condensato di luce e calore.
Si formano in particolare nelle piante dotate di fiore: il profumo si espande dal fiore nell’ambiente circostante e funge da richiamo per gli insetti impollinatori.
A livello del fiore la pianta sembra andare oltre la sua natura vegetale per collegarsi con il mondo degli insetti, cioè con il mondo animale. E’ soprattutto in questa sfera che troviamo gli oli essenziali: essi si formano là dove, in un certo senso, la pianta va oltre sé stessa, aprendosi e comunicando qualcosa all’ambiente che la circonda.
Le caratteristiche degli oli ne rivelano la “natura superiore”: essi non hanno legami con la sfera terrestre, nella quale la pianta penetra con le sue radici, né con l’elemento acqua, che non riuscendo a miscelarsi rimane nelle parti verdi sotto forma di “succo”.

Gli oli essenziali sono ottenuti tramite un processo di estrazione dell’essenza di diverse parti delle piante (foglie, fiori, semi, resina, frutti, scorza, corteccia, …).
L’essenza non è altro che una particolare secrezione che la pianta raccoglie all’interno delle cellule vegetali sotto forma di minuscole goccioline dentro i vacuoli, piccole cavità rotondeggianti.
La quantità di olio essenziale ottenuto da una pianta è solitamente molto ridotta (anche inferiore allo 0,001%), ma per alcune specie può essere molto abbondante (fino al 15% ed anche oltre).

E’ ovviamente consigliabile acquistare oli essenziali biologici, perché quelli che non lo sono raramente sono destinati all’uso alimentare.
I flaconcini vanno conservati ben chiusi (perché sono sostanze volatili) e dopo l’utilizzo sarebbe bene pulirne l’imboccatura (per evitare che il beccuccio diventi appiccicoso ed acre, ovvero che l’olio si condensi in resina a causa dell’ossidazione).

Le informazioni di questo articolo sono tratte dal libro Aromaterapia di Maria Teresa Lucheroni e Francesco Padrini.

Menta piperita, limone, tea tree, ecc ecc… Rimanete sintonizzati per scoprire nel dettaglio quali sono e come si usano gli oli veramente essenziali da tenere sempre in casa!

I profumi del mondo vegetale sono lo straordinario regalo che la natura fa continuamente all’uomo. Utilizzateli per entrare in contatto profondo con la vostra anima e la vostra più intima ed autentica natura. I frutti di questo percorso non possono che essere l’armonia e la salute.

   

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *