Un integratore di ferro completamente naturale

Posted on 6 Giu 2012 in Avere cura del corpo | 5 comments

L’anemia è una condizione abbastanza diffusa nella nostra società, talmente diffusa che una persona anemica spesso sottovaluta la questione reputandola del tutto passeggera. La carenza di ferro nel sangue è accusata soprattutto tra i bambini e le donne in età fertile, ma anche gli uomini ne risentono: può essere semplicemente causata da un apporto inadeguato dell’elemento ferro nella dieta, da un suo malassorbimento, da un aumentato fabbisogno in un determinato periodo rispetto al solito o, peggio, da una perdita protratta di sangue (per cause che possono variare).

Se vi vedete più pallidi del solito, vi sentite irrimediabilmente stanchi e siete soggetti a svenimento, se avete scarso appetito e comunque nausea, se avete unghie fragili e difficoltà di concentrazione… beh, direi che è opportuno che approfondiate la situazione.

In famiglia non abbiamo grossi problemi di anemia sideropenica, quindi integriamo i minerali (magnesio, calcio, sodio, potassio ecc) sostanzialmente col cibo. Nel caso del ferro a volte assumiamo per un certo periodo un integratore fatto in casa, la cui ricetta mi è stata passata da una cara amica.
Premesso il fatto che non ho assolutamente idea dei quantitativi di ferro che questo complemento alimentare è in grado di apportare giornalmente, mi raccomando: se ritenete di averne bisogno accertatevi preventivamente della gravità della vostra anemia e fatevi seguire dal vostro medico di fiducia.

Ecco la ricetta per un integratore di ferro completamente naturale:

1 > Grattuggiate una barbiabetola rossa (meglio se cruda), una mela rossa ed una carota.

2 > Aggiungete il succo di un limone e centrifugate con un robot da cucina, in modo da ridurre il tutto ad una crema (con il minipimer farete anche prima).

3 > Mettete il composto in un barattolo di vetro ed aggiungete mezzo chilo di miele liquido.

4 > Mescolate bene e riponete in frigorifero.

All’alba del terzo giorno potrete iniziare ad assumerne un cucchiaio da minestra al giorno (per i bambini la dose è 1 cucchiaino da tè).
Si conserva anche per un mesetto, ma se non volete rischiare siate costanti: con le dosi consigliate dovreste terminare il vasetto prima di due settimane.

Questo integratore è ricco di ferro e di vitamine A, C ed E: oltre a combattere l’anemia (il ferro viene assorbito facilmente perché si lega con la vitamina C del limone) è in grado di rinforzare adeguatamente il sistema immunitario (velocizzando il processo di rinnovamento delle cellule sane) ed inoltre migliora il processo di purificazione del fegato e del sangue.
Il sapore lascia un po’ a desiderare… ma la sensazione di benessere è tangibile, nel senso che vi accorgerete di star meglio in quanto la sensazione di stanchezza verrà gradualmente attenuata.

Buona salute a tutti!

Scegliete preferibilmente ingredienti biologici: la barbabietola rossa cruda è difficile da trovare al supermercato, ma se siete in contatto con un GAS (Gruppo di Acquisto Solidale) non farete fatica a reperirla in questo periodo. Cosa c’è di meglio di un integratore vitaminico fatto in casa?

Integratore naturale di ferro

   

5 Comments

  1. 14-4-2013

    ottimo per i bambini!

  2. 5-9-2014

    Buona salute a tutti!

  3. 7-12-2015

    Ciao, questo sito è davvero utile… sono felice di avervi trovato e ritornerò sicuramente a farvi visita.. continuate così.

  4. 6-10-2017

    ho scoperto per caso questo sito e devo dire che è molto interessante! ho provato a fare subito l integratore fatto in casa e lo sto prendendo puntuale ogni mattina. grazie!Stefania

    • 9-10-2017

      Grazie Stefania! mi fa piacere l’articolo sia utile, purtroppo ho un po’ abbandonato il blog per mancanza di tempo, spero di riuscire a tornare attiva prima o poi! 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *