Sua Maestà il magnesio

Posted on 23 Lug 2012 in Avere cura del corpo | 3 comments

La mia prima volta col magnesio è stata a Roma, in occasione della visita medica al centro Broussais: me l’avevano prescritto, insieme ad altri integratori, per curare in maniera naturale alcuni disturbi legati al malfunzionamento della mia tiroide.

Negli anni seguenti mi è capitato spesso di sentir dire che il magnesio è il minerale più importante nell’organismo, ma non ho mai approfondito il discorso dal punto di vista chimico/fisiologico fino ad un mesetto fa.

Credo di aver trascurato l’argomento… un po’ per superficialità (Com’è possibile che sia il minerale più importante per l’organismo??! Sarà semplicemente uno tra i tanti!) ed un po’ perché a volte quando mi sforzo di comprendere a pieno tutti i meccanismi del corpo umano mi si fonde il cervello: andava decisamente meglio quando, dopo i compiti, mi bastava accendere la televisione e guardare una puntata di Siamo fatti così.

Grazie ad una piccola ricerchina ho scoperto che sono più di trecento (per l’esattezza 325) le reazioni biochimiche che nel corpo si attivano grazie al magnesio.
Il funzionamento degli altri minerali (sodio, potassio e calcio tra i più importanti) a quanto pare dipende dalla presenza del magnesio, che (sorpresa) può essere carente anche se pensiamo di integrarlo regolarmente.
Lo sapevate che il calcio, per poter essere assimilato, necessita del magnesio? In pratica va ad impoverirne le riserve eliminandolo dalle varie parti del corpo!

Peter Gillham, pionere in campo nutrizionale soprattutto nella ricerca sul magnesio, consiglia di non esagerare coi latticini e raccomanda di non assumere integratori di solo calcio, perché è facile che senza magnesio dopo la cura ci si senta peggio di prima.

I sintomi da carenza di magnesio sono per certi versi simili a quelli da carenza di ferro: mal di testa, eccessiva ed inspiegabile stanchezza, irritabilità e nervosismo, sindrome premestruale, difficoltà ad addormentarsi, insonnia e risvegli con crampi, irrigidimento muscolare, tensione e sensazione di disagio.

Ad accelerare la perdita di questo minerale concorrono alcuni nemici: zucchero, caffè, diuretici, stress, ridotta funzionalità tiroidea ed una dieta ad alto contenuto di calcio. Più si fa uso di queste sostanze, più alta è la quantità di magnesio necessaria all’organismo.

Sono tanti gli alimenti che contengono naturalmente il magnesio, in particolare gli ortaggi freschi di colore verde, ricchi di clorofilla: insalate, cavolfiori, zucchine, broccoli ecc. Tra gli altri: banane, fichi, mele, albicocche, pesche, noci, mandorle, nocciole, miglio, soia, mais, cereali integrali, legumi, pesce, alghe e molti altri.
In rete si trovano elenchi esaustivi di questi ed altri alimenti, con indicazione sul relativo contenuto in magnesio.

I nutrizionisti, dopo aver indagato i disturbi dei loro pazienti, spesso consigliano un integratore magnesio: adeguati livelli di questo minerale sembra possano fare la differenza tra un organismo stressato ed uno particolarmente rilassato.

A me la naturopata ha consigliato di assumerlo nei periodi in cui mi capita di avere difficoltà col sonno. Un cucchiaino di polvere in mezzo bicchiere di acqua calda, la sera prima di dormire.
Rilassa i muscoli e regola la trasmissione degli stimoli nervosi distendendo i nervi: quello che ci vuole per un buon riposo e, di conseguenza, per vivere meglio durante il giorno.

Chiedete al vostro medico!

Su internet i plausi al magnesio sono infiniti: se davvero è così importante perché non approfondire il discorso ed assimilarne tutti i benefici?

– – –

   

3 Comments

  1. 15-8-2012

    tho, questa non la sapevo! e il tuo post mi da voglia di provarne subito i benefici integrandolo di più nella mia dieta! GRAZIE!

  2. 3-5-2013

    Che tipo di magnesio è meglio usare per rilassarsi?

    • 3-5-2013

      Ciao Girasole Blu, che bel nome! 🙂
      Personalmente ho provato prima il Magnesio Supremo, che è un carbonato ben assimilabile, e secondariamente il Magnesio completo della BiosLine (me l'ha consigliato un naturopata: si tratta di un mix di magnesio pidolato, carbonato, citrato e marino, con aggiunta di frutto-oligosaccaridi). Mi sono trovata meglio col primo… ma non saprei dirti qual'è il migliore, credo che gli effetti possano essere soggettivi…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *