Se il veleno è nel pane

Scritto il 4 Apr 2013 a Avere cura del corpo | 0 commenti

Non si tratta di essere fissati… c’è poco da fare: se il veleno è nel pane l’unica scelta alimentare per la salute resta il biologico.

A dare l’allarme sui residui di glifosato (in agricoltura è l’erbicida più utilizzato al mondo) sono Germania e Gran Bretagna: la rivista tedesca Öko-Test ha condotto alcune analisi e ne ha trovato tracce evidenti pacchi di farina, pagnotte, fiocchi d’avena e confezioni di muesli. Le farine integrali in particolare, se non di origine biologica, sono maggiormente esposte alla contaminazione.

Gli italiani sono il popolo che in Europa più di ogni altro consuma grandi quantità di carboidrati e prodotti a base di farine: ne consegue che siano anche i più esposti all’assunzione di queste sostanze tossiche.

Nel 2011 Legambiente ha pubblicato il dossier Pesticidi nel piatto, nel quale rivela la pesante contaminazione di diversi prodotti alimentari, inquinati da svariate sostanze chimiche, tra le quali compare anche il glifosato.

 

Perchè il glifosato è pericoloso per la salute?

Si tratta di un erbicida utilizzato su larga scala, che crea una sorta di tossicodipendenza. Il suo utilizzo provoca la nascita di erbe infestanti a loro volta altamente resistenti: quindi più gli agricoltori ne fanno uso, e più devono aumentarne le dosi.
Si accumula e persiste nel terreno per anni, spingendo l’agricoltore ad intervenire drasticamente sul terreno: arando pesantemente per spingere il seme più in basso nel terreno ed eliminando le infestanti con lavoro manuale.
La situazione che si viene a creare è talmente scomoda per gli agricoltori, che le grandi multinazionali (Monsanto e Dow Chemicals) hanno sviluppato nuove colture ogm resistenti a dosi maggiori di erbicidi.

 

Cosa sta facendo la Commissione Europea per tutelare i consumatori?

Assolutamente nulla! Al contrario sta valutando l’autorizzazione a coltivare 26 nuove varietà transgeniche, di cui 19 compatibili al glifosato.
E lo studio sugli effetti che questo potrebbe avere sulla nostra salute è stato per comodità posticipato di tre anni: al 2015.

I danni causati dall’utilizzo dei pesticidi/erbicidi in agricoltura sono incalcolabili, a partire dall’inquinamento dei terreni e delle falde acquifere.
Un recente studio pubblicato sul Journal of Applied Ecology ha mostrato che il glifosato ha effetto letale su alcuni pesci ed un report pubblicato nel 2012 da un gruppo di giornalisti scientifici rivela le malformazioni su alcuni animali da laboratorio, causate sempre dall’esposizione al glifosato. Le autorità sarebbero a conoscenza di questo addirittura dal 1980!

Leggi tutte le informazioni in questo articolo di Terra Nuova.

Un consiglio per il prossimo compleanno? Fatti regalare una macchina del pane, per farlo in casa con farine bio di qualità!

Lo sai che oltre un miliardo di chili di pasta prodotta in Italia è realizzato con grano duro extra-comunitario? Coldiretti afferma che se non acquisti pasta certificata di grani italiani rischi di mangiare un prodotto altamente contaminato. Ma anche col Made in Italy c’è da aprire gli occhi: se non scegli biologico non sei comunque al sicuro!

Ti è piaciuto questo articolo?
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

wordpress best themes - 2012 wordpress theme - magazine wordpress themes