La mia tiroide è guarita senza farmaci

Scritto il 15 Mag 2012 a Avere cura del corpo | 155 commenti

Dopo la nascita di M., esaurita l’adrenalina buttata in circolo dal parto, mi sono ritrovata  fisicamente a terra.
Per i primi mesi mi è sembrato normale e non ho dato peso alla cosa… le notti insonni e la portata psicologica del cambiamento mi sembravano ragioni sufficienti a spiegare la stanchezza cronica.
Poi, verso gli otto mesi d’età, M. ha iniziato a dormire tutta notte. Io invece di notte ero sempre sveglia e di giorno sempre nervosa: perennemente di cattivo umore, irriconoscibilmente negativa.

Un inferno: per me (che avevo un estraneo in corpo) e per chi mi stava accanto (a cui  esteriormente apparivo perfettamente sana).

Il mio medico curante sospettava un po’ di depressione post partum (e probabilmente per una percentuale c’aveva pure preso) e mi consigliò degli antidepressivi.
Sono uscita dal suo studio con in mano una ricetta ed in testa il proponimento di gettarla nel primo cestino a portata di mano.

La settimana dopo ero dal mio omeopata di fiducia: dopo un’ora passata a parlare di tutte le reazioni chimiche avvenute nel mio organismo dal concepimento al termine dell’allattamento, sono uscita con una diagnosi di possibile tiroidite. Se in atto piuttosto che ormai cronica era questione da appurare.

La settimana successiva la cosa è stata confermata dagli esami del sangue e dall’ecografia: tiroidite cronica autoimmune, normalmente conosciuta come Tiroidite di Hashimoto.
Si tratta di una forma che va verso l’ipo- ma inizia con sintomi da ipertiroidismo e non è escluso che compaia in seguito ad una gravidanza.

Il mio medico curante propendeva per spedirmi al reparto di Medicina Nucleare degli Spedali Civili, dove mi avrebbero rilasciato l’esenzione e prescritto i corretti dosaggi di Eutirox.

Invece ho preso appuntamento al Centro Medico Francois Broussais, una clinica di medicina naturale, biologica ed integrata con sede a Roma.
Dopo avermi ispezionato l’iride, controllato la postura, i riflessi ed avermi sottoposto al altri test alquanto curiosi, mi hanno proposto una terapia quasi esclusivamente alimentare, con l’aggiunta di alcuni integratori naturali.

L’efficacia della cura era garantita dal successo di altri casi simili: qualche mese di terapia sarebbe stato sufficiente e una volta ripristinate totalmente le funzionalità della tiroide avrei potuto dire addio anche agli integratori naturali.
“Evviva!” ho pensato, convinta del fatto che la medicina tradizionale non avesse chance di fregarmi: sarei tornata a star bene senza l’Eutirox.

Purtroppo non fu così: nel momento in cui sospendevo gli integratori infatti i valori del sangue tornavano a guastarsi.

Anche l’omeopata non sapeva più che dire, si rassegnò all’Eutirox e mi consigliò di fare la visita presso il reparto di Medicina Nucleare per richiedere l’esenzione che mi spettava.

Appuntamento alle ore 11: “Signorina, mi raccomando, a digiuno perché le dobbiamo fare il prelievo”.
Io sono stata puntuale, ma il prelievo me l’hanno fatto a mezzogiorno.
“Le arriveranno a casa il referto, l’esenzione e la posologia dell’Eutirox. Per la ricetta deve recarsi dal suo medico curante”.

Una settimana dopo arriva la busta: mentre la ritiro dalla cassetta delle lettere sono pervasa da  sconforto e desolazione.
Posologia del farmaco, esenzione e risultato del prelievo: guardo sbadatamente il referto e lo archivio nella cartella dove tengo tutta la documentazione medica.
Poi mi fermo, guardo a terra e poi nel vuoto. Corro a riprendere il referto: gli esami del sangue sono perfetti! Com’è possibile??!

Due giorni dopo sono di nuovo dall’omeopata.
Dopo un’ora passata a parlare di tutte le reazioni chimiche che avvengono quotidianamente nell’organismo di ognuno di noi, sono uscita dal suo studio con in mano una lettera per il mio medico curante:

Valutato il caso della paziente e visti i risultati degli esami si ritiene che il problema tiroideo della paziente tenda ad autocompensarsi spontaneamente.
Si consiglia (per ora) di soprassedere con trattamento a base di Eutirox ma di tenere monitorata la paziente con T4 e TSH dosati ogni 2 mesi e ogni 6 mesi anche la CALCITONINA e gli ANTICORPI.
Qualora i valori si alterassero si può provvedere all’uso di Eutirox.

In quell’ora l’omeopata mi ha spiegato che la tiroide è un organo soggetto ad andamento oscillante: in pratica durante la giornata una persona sana ha una tiroide che passa normalmente da uno stato di eutiroidismo ad ipotiroidismo, per poi tornare ad eutiroidismo e successivamente ad ipertiroidismo, e così via in continuazione.
Ad illuminare l’omeopata è stato il fatto che il prelievo in ospedale mi fosse stato fatto a mezzogiorno, e non alle otto di mattina.

Gli orari dei prelievi sono per lo più studiati sulle comodità lavorative dei laboratori di analisi.
Da quando mi reco a fare il prelievo il più tardi possibile non ho più avuto valori fuori norma: vado sempre verso le 11 e nemmeno a stomaco vuoto, perché io devo controllare la tiroide, mica la glicemia.

Come scrive Jader Tolja nel  famoso libro Pensare col corpo, in caso di malattia si ragiona col corpo, non con la mente.
E’ necessario informarsi, cercare di conoscersi, indagare le cause, analizzare a fondo la questione e, prima di permettere alla medicina tradizionale di intervenire aggressivamente con sostanze chimiche a noi estranee, sentire diversi pareri medici, anche alternativi.

Prima di affidare la nostra vita ad un illustre estraneo, dobbiamo avere l’accortezza di trovare strumenti per verificare se è possibile concedere all’organismo un periodo di tregua: un tempo limite entro il quale cercare di rientrare in salute nel modo più naturale possibile.

Sono una persona fortunata, probabilmente la mia è un’esperienza al limite, l’esito della vicenda non è applicabile alla maggior parte dei casi clinici: mettici tutto quel che vuoi.
Tuttavia se oggi sto bene senza farmaci è solo grazie alla mia ostinata convinzione che il nostro corpo sia programmato per curarsi autonomamente.

Se mi fossi arresa invece non avrei scoperto che potevo scegliere.
Ed ora sarei schiava dell’Eutirox.
A vita.

Se una pianta è infestata dai parassiti e chiedi consiglio al tuo giardiniere di fiducia, che soluzione ti propinerà? Molto facilmente ti venderà il più potente antiparassitario in commercio e tu curerai la tua pianta avvelenandola. Lo sai quali sono le piante più vulnerabili ai parassiti? Quelle disidratate. Prova ad eliminarli dando alla pianta la possibilità di rinforzare le proprie difese: annaffiala!

Se ritieni che il post possa essere d’aiuto ad altre persone, diffondilo cliccando su “Mi piace” e condividendo il link dal tuo profilo. Grazie!

 

Aggiornamento gennaio 2014:

Ciò che racconto nell’articolo è stato solo l’inizio del mio processo di guarigione, in quanto il disturbo alla tiroide è stato solo il sintomo di un disagio interiore represso per anni.
Ogni sintomo fisico è espressione di un disagio emotivo: l’ho scoperto avvicinandomi alla medicina energetica e psicosomatica, per cui a chiunque consiglierei, oltre che una dieta alimentare rigorosamente vegana (rif. Valdo Vaccaro), non degli integratori, ma un percorso di introspezione e di ricerca della felicità interiore.

Ne parlo in questi articoli:
Malattia linguaggio dell’anima
EFT: Una efficace tecnica di guarigione
Il primo premio della lotteria
Cosa farei se avessi il cancro

 

– – –

Ti è piaciuto questo articolo?
   

155 commenti

  1. 19-7-2012

    Il nostro corpo è programmato per curarsi autonomamente, ma bisogna lasciargli il tempo per permettergli di riconoscere lo squlibrio che lo destabilizza.

  2. 26-1-2013

    grazie del resconto, appena possibile lo segnalerò sul mio blog
    Aggiungo che ho conosciuto personalmente persone con reali e gravi problemi di ipertiroidismo guarite con dieta crudista. Esistono anche persone che sono diventate famose per essere guarite con il crudismo, vedi questo articolo: http://www.bio-haus.it/index.php/ricerche-sul-campo-biologico-e-naturale/9-tesine/119-the-family-raw

    • 15-7-2017

      Puoi darmi tipo di dieta da seguire cosa prendere grazie

  3. 10-4-2013

    Forse tutte quelle che dovranno prendere l’Eutirox a vita si dovrebbe sentire delle emerite idiote dopo aver letto questo articolo?O forse la questione é molto più soggettiva di quanto pensi?Chissà forse il tuo é solo un caso fortuito e mi dispiacerebbe seriamente se una persona malata di ogni tipo di tiroidite si sentisse spronata a non prendere i farmaci per non essere “schiava”come dici tu. Ebbene, esistono così tante realtà mia cara, che essere “schiavi” di una pilloletta per guarire mi sembra davvero il minino. Basta pensare alle persone costrette a fare la dialisi o le chemio. Persone che affrontano con coraggio e tanta, troppa forza. Fossi in te, penserei a dare solo un tuo parere, a raccontare un’esperienza senza la presunzione che valga per tutti. Le malattie vengono prese seriamente, come le cure. A volte non si può far altro che affidarsi a un medico, ad un farmaco. Spesso é solo fortuna, fato, Dio!Ma questo, é solo il mio umile pensiero.

  4. 10-4-2013

    Secondo me loretta non ha detto che sono tutti idioti quelli che prendono medicinali , ma spesso ci si affida subito alla medicina senza valutare delle cure alternative e meno invasive .

  5. 17-5-2013

    COME AMMALARSI

    Se il Ki agisse soltanto in maniera positiva, vivremmo in un mondo molto diverso; dal momento che esso è influenzato dalla mente, però, gli esiti possono essere sia positivi che negativi, a seconda del pensiero o dell’intenzione che lo dirige.
    Il Ki diretto dalla mente è responsabile della buona come della cattiva salute.
    E’ quello positivo, creato e guidato dalla mente subconscia, che rafforza tutti gli organi del corpo e li mantiene sani; ma la mente subconscia può anche ospitare pensieri negativi, e quando questi riguardano se stessi, influenzano il Ki personale in maniera dannosa. Il Ki diretto negativamente si svilupperà intorno agli organi, nei chakra e nell’aura, rallentando le normali attività del corpo e finendo per causare malattie; questo genere di Ki è il responsabile di disturbi e infermità, e i guaritori riescono spesso a vederlo all’interno del corpo o intorno ad esso sotto forma di macchie od ombre scure che ostacolano il flusso di Ki sano. Annullando il Ki negativo, quello positivo potrà tornare a fluire, restituendo la salute al corpo.
    Il Ki negativo può avere una carica di energia molto elementare ed essere perciò facilmente eliminabile, oppure possedere una carica più potente e di struttura più sofisticata che ne rende problematica la rimozione.
    Può ingannare e comportarsi come se fosse benefico, mentre ha un’intenzione di fondo negativa, o può nascondersi e diventare difficilmente individuabile.
    Tutto dipende dai pensieri che sono serviti a crearlo, provenienti dalla mente subconscia della persona, oppure dalla mente conscia, che si combina con il Ki e agisce per influire sul funzionamento del corpo, sulle emozioni e sulla mente stessa. Da ciò si capisce l’importanza di sviluppare un’ autoimmagine positiva e sgomberare la mente da tutti i pensieri e sentimenti negativi.
    Nel corso dell’esistenza, siamo esposti a milioni di pensieri e sentimenti altrui che agiscono sulla mente in diversi gradi, a seconda della nostra ricettività. Da giovani, siamo come un libro aperto, e ci è difficile decidere quali pensieri e sentimenti accettare e quali respingere. Negli anni della formazione, si creano le basi della nostra personalità, e sono i genitori a influire maggiormente su di noi; veniamo anche plasmati dalla televisione, dagli insegnanti e da varie esperienze. Tali concetti iniziali finiscono per consolidarsi nella mente subconscia, che, a sua volta, forma una struttura di Ki positivo e negativo nell’aura, nei chakra e nel corpo, con dirette conseguenze sulla salute e su tutto ciò che facciamo e sperimentiamo.
    Inoltre, può accadere che altri inseriscano Ki negativo nel nostro campo energetico, e che magari lo facciano inconsciamente, quando provano pensieri ostili verso di noi. Questo tipo di Ki produce effetti in coloro che presentano debolezze nell’aura o nei chakra, e spesso è definito vibrazione maligna, con ripercussioni a volte soltanto temporanee; le sue conseguenze, però, possono essere più durature se il soggetto è debole o in qualche modo aperto all’energia negativa, e se questa viene diretta in modo più energico e consapevole.
    La mente e il campo di energia sottile sono influenzati anche da esperienze fatte nelle vite passate.
    Tale effetto, chiamato karma, si manifesta nell’aura al momento della nascita, quando l’anima entra nel corpo.
    Per tutto il corso dell’esistenza, il karma delle vite passate ci conduce a fare determinate esperienze, che, a loro volta, rafforzano la carica karmica nell’aura, che quindi si trasferirà nei chakra e, alla fine, nel corpo fisico.
    Mentre esso avanza in profondità nel sistema energetico, i suoi effetti diventano sempre più marcati e, secondo se sia positivo o negativo, attirerà su di noi buona o cattiva sorte, e influirà in un modo o nell’altro anche sulle nostre condizioni fisiche.
    Questa è la base della salute cagionevole e della malattia.
    I pensieri negativi formulati dalla nostra mente o provenienti da vite passate, oppure ricevuti da altri, attirano o addirittura generano Ki negativo e influiscono sul campo energetico, ostacolando quello benefico e limitando il funzionamento degli organi del corpo. I guaritori curano generando Ki positivo e inviandolo nella zona dell’aura, dei chakra o del corpo, a seconda di dove si trova il Ki negativo, con lo scopo di trasformare quest’ultimo in energia positiva o di farlo uscire e disperderlo, agevolando così il naturale flusso del Ki sano. A prescindere dal metodo adottato, tutti i processi terapeutici o di miglioramento fisico e spirituale comportano l’eliminazione dal campo di energia di un individuo del Ki negativo e dei pensieri e sentimenti che lo hanno creato.
    E’ questo, il modo di procedere di tutti gli sciamani e guaritori del mondo: nonostante la grande varietà delle tecniche impiegate, lo scopo è il medesimo.

  6. 17-5-2013

    penso che tutti gli esseri viventi siano creature meravigliose con il potere di curarsi senza farmaci con amore tanto amore per se stessi essendo fluidi ascoltandosi noi sappiamo cosa è giusto o sbagliato però siamo prigionieri dal peggior stile di vita in pochi vanno a fondo ad ascoltare il proprio corpo per paura ho perché è più facile prendere una pastiglia che cambiare radicalmente le abitudini sbagliate la nostra natura non ha bisogno di medicine ………………

    • 7-7-2016

      Anche io soffro di ipertiodismo stò seguendo una dieta del gruppo sanguigno ho smesso il tapazole .per favore mi consigliate una alternativa naturale Grazie di cuore

      • 8-7-2016

        Kadijacoccote, devi farti seguire da un medico di medicina naturale. Ciao

  7. 29-6-2013

    Io sono ipotiroidea autoimmune e non da gravidanza. Si.. sarà anche che ci si può curare con metodi alternativi, forse non sempre no? E se oggi non prendessi l’eutirox cosa farei? stavo male e la mia tiroide si autodistrugge.Che si fa? Purtroppo ci sono casi e casi.. e le possibilità di cura variano da persona a persona anche dal punto di vista economico. Un omeopata non è una figura ancora facilissima da trovare che sia competente. E che nn sia un ladro!!! Una cosa quando non è fruibile da tutti indistintamente per me è come se non esistesse!!

  8. 30-9-2013

    Non si capisce piu se e meglio curarsi l,ipotiroidismo con l,eutirox ocon la propria testa .mi sono rotta non credo piu a nessu. Medic

  9. 1-10-2013

    Ciao e grazie per il tuo articolo!
    Io ho appena scoperto di avere la famosa tiroide di hashimoto: ho fatto gli esami non tanto perché ho sintomi ma perché mia madre ce l’ha da qualche anno e ho il colesterolo alto (non è alimentare, mangio tutto tranne che grassi o cibi che alzano il colesterolo).
    Dato che sono critica e non mi fido della medicina, non sono contenta di ciò che mi ha detto l’endocrinologa (quella pubblica, come sempre sbrigativi e acidi). Innanzitutto da aprile il TSH si è abbassato da 5,9 a 5,64 (insomma, quasi nel limite) e si è abbassato anche il colesterolo (da 4 anni a oggi era sempre andato aumentando invece ora da 238 è passato a 203). Nonostante glielo abbia fatto notare, mi ha detto “prendi l’eutirox da 25 dato che pesi X”(a proposito, a che serve l’endocrinologo se non fa altro che guardare l’ecografia, le analisi e assegnarti l’eutirox a seconda del peso?).
    L’unica cosa che mi deprime sono gli anticorpi: 210 (valore che dovrebbe essere < 9 ) e 2500 (valore che dovrebbe essere < 4 ) e l'ecografia che rileva millimetrici spostamenti (o come si dice). Purtroppo non mi do pace, non ho ancora iniziato l'eutirox e non voglio farlo finché non trovo conferma che non esista altro metodo! Aiutatemi!

    • 2-6-2016

      Non prendete l’ eutirox!!Tentate prima altre soluzioni.Anche io non ho voluto prendere l eutirox , avevo le analisi della tiroide sballate e con la omeopatia ora sono perfette !!Provate almeno !!

      • 19-6-2016

        Ciao Vanessa, io sono ipertiroidea e sto provando da diverso tempo con l’omeopatia e con la dieta del gruppo sanguigno ma i risultati stanno peggiorando. ancora non mi rassegno e continuo ma, mi piacerebbe parlare dal vivo con qualcuno che è riuscito a guarire tramite questo percorso. Scrivimi se possibile,
        grazie

      • 15-7-2017

        Cosa bisogna mangiare cosa evitare e qualche integratore grazie

        • 17-7-2017

          Ciao Cristina, la dieta alimentare è calibrata sulla costituzione personale! Io ho eliminato le proteine animali e come integratori mi avevano consigliavato magnesio e iodio. Ma è sbagliato cercare su internet risposte a queste cose! Siamo tutti diversi, ognuno di noi ha problemi e necessità diverse: non puoi curarti col fai da te, trova un buon medico alternativo, fatti seguire e stai serena. Purtroppo non esistono scorciatoie, ma solo consapevolezza e pazienza. In bocca al lupo!

  10. 26-10-2013

    Ho letto ma non ho capito se al centro broussais sei stata aiutata o no… Anch’io ho bisogno di risposte. Hashimoto’s da 15 anni

  11. 30-10-2013

    Si scopre sempre qualcosa di nuovo basta cercare

  12. 8-11-2013

    Gracias por compartir tu experincia ….

  13. 10-11-2013

    É dal 1994 che soffro di tiroide e dall’eutirox 100 sono passata al 170 e due volte alla settimana al 200. Stavo cercando un sito che mi spiegasse se posso farmi operare di tiroide e sono capitata qui! All’età di 35 anni ho detto basta nn ce la faccio più a stare male per colpa della tiroide cerco soluzione ma nn credo di farcela da sola nn sono così forte come te!! Brava

  14. 5-1-2014

    ciao loretta volevo dirti che soffro di tiroide di hascimoto con anticorpi tireo. altissime 1050 prendo eutirox da 50 che ultimamente ho sospeso di testa mia perchè nn voglio prenderlo a vita vorrei sapere da te come comportarmi grazie

  15. 26-2-2014

    Ciao ti ringrazio per la tua testimonianza, personalmente sarebbe utile anche sapere i costi, da quello che ho letto su altri forum sono veramente altini, e fuori mercato nel nostro momento storico. Puoi dirci qualcosa di piu’ ? Non vorrei che fosse un tipo di cura solo per alcune fasce, il che lo troverei veramente poco “medico”, ma è una mia personale opinione! Grazie

  16. 5-6-2014

    Ciao Loretta mi chiamo Ornella e non ho un account Facebook. Hai una mail dove posso scriverti in privato?

  17. 20-8-2014

    ciao, mi chiamo Patrizia e leggendo i vostri post ho deciso di scrivere anch io la mia esperienza.. tempo fa hgo fatto una cura per l epatite c gen 3 con interferone e capsule rivabina , dopo circa due mesi l epatologa mi sospende per sospetta malattia autoimmune tiroidea , cosi è stato, tsh soppresso e poi da ipe a ipo toroidismo, cosi mi ha mandata dall endocrinolodo che mi ha prescritto l Eitirox da /5 e 100 il fine settimana , mi chiedevo , ma forse visto cheè stata indotta dalla terapia precedente , non è che poi si riprende da sola col tempo???? grazie se qualcuno mi da in mano…. anch io non vorrei prendere l ormone a vita Grazie!

  18. 8-9-2014

    Da poco ho scoperto di soffrire di ipertiroidismo il medico mi vuole curare con eutirox ma io non voglio credo sia piu

  19. 11-1-2015

    Non ho capito bene se la tua guariggione e stata dopo che hai effettuato visita, dieta e presso integratori dati dal Centro Broussais Roma.

  20. 8-3-2015

    Carissima. Ho quasi 50 anni. Non si può purtroppo parlare di guarigione perché la tiroidite autoimmune o di hashimoto é cronica e anche se il valori sono giusti c’è e basta. Ho preso eutirox per 15 anni. Poi stop per 8 anni, ora ho ricominciato anche se i valori sono buoni per tentare di contrastare la grande astenia. Vivere senza eutirox si può, ma perché demonizzare una cosa che ci aiuta? Se il corpo si auto guarisse sempre nessuno morirebbe mai!

  21. 1-6-2015

    Valido ho imparato tanto grazie

  22. 21-9-2015

    per me non è una novità visto che sono un bioenergoterapeuta, i medici spesso prescrivono ricette senza fare una visita scrupolosa,

  23. 31-10-2015

    Salve a tutti io ho ipertirodismo con morbo di basedow ed esoftalmo ki di voi è guarito?

  24. 16-11-2015

    Salve a tutti, ho ipotiroidismo non autoimmune ho preso eutirox gradatamente per 3 mesi fino ad arrivare a 50 mg: problemi al cuore tachicardia e dolori adesso l’ho sospeso spero di non avere problemi permanenti!e se avevo poca fiducia per alcuni dottori adesso ne sono sicuro!

  25. 14-3-2016

    Ciao a tutti, ho lo stesso problema con la tiroide o meglio con il dosaggio dell ‘ Eutirox. Ma l’ omeopata di cui si parla di dove e’? Perche’ io sono di Genova e nella mia citta’ non saprei da chi andare. Sono stata in endocrinologia a Pisa ma non mi hanno convinta con le loro Linee Guida. Quindi vorrei interrompere la terapia tradizionale. Accetto consigli.
    Ciao

  26. 6-4-2016

    grazie!

  27. 19-7-2012

    Il nostro corpo è programmato per curarsi autonomamente, ma bisogna lasciargli il tempo per permettergli di riconoscere lo squlibrio che lo destabilizza.

  28. 26-1-2013

    grazie del resconto, appena possibile lo segnalerò sul mio blog
    Aggiungo che ho conosciuto personalmente persone con reali e gravi problemi di ipertiroidismo guarite con dieta crudista. Esistono anche persone che sono diventate famose per essere guarite con il crudismo, vedi questo articolo: http://www.bio-haus.it/index.php/ricerche-sul-campo-biologico-e-naturale/9-tesine/119-the-family-raw

  29. 12-2-2013

    Salve cara! Hai fatto molto bene a pubblicare questa tua bella esperienza. Secondo me è però incompleta. Tu non parli della terapia alimentare che ti è stato consigliato di seguire e neppure degli integratori che ti sono stati somministrati. Non tutti hanno la possibilità di andare a Roma a farsi vistare in questo meraviglioso centro! Quindi, avresti potuto essere più precisa sulla cura che hai seguito!

    • 13-2-2013

      Ciao Sara, grazie per aver puntualizzato la cosa.
      Mi dai l’occasione di ricordare che non è un blog la sede per avere ricette di salute rapide e pronte all’uso.
      La guarigione naturale è un processo lento e complesso, che prende in considerazione vari aspetti, fisici quanto emotivi, e mai prescinde da uno stile di vita rispettoso delle tempistiche del corpo. Quindi il discorso non può essere esaurito con la prescrizione di un integratore ed il relativo dosaggio.
      Ogni terapia (sia naturale che farmacologica) deve essere necessariamente personalizzata, perché ognuno di noi è fatto a modo suo.
      Io non sono un medico, e sono la prima che mai affiderebbe la propria salute a terapie reperite online, anche se hanno funzionato per qualcun’altro.
      Non fornisco ricette mediche… ma racconto esperienze di vita per spronare ad aprire gli occhi.
      Spero la mia risposta ti possa essere utile! Buona vita 🙂

  30. 22-2-2013

    Ciao…ho letto la tua testimonianza che ho trovato interessante e che mi sta spronando ancora di più a cercare una via alternativa perchè non ho nessuna voglia di prendere l’ormone a vita.

    Avrei solo una domanda, un mio “pallino” che mi gira nella testa:
    Hai scritto che dopo aver fatto le analisi del sangue e l’ecografia ti hanno detto che avevi la Tiroidite di Hashimoto.
    Presuppongo che per giungere a questa conclusione dall’ecografia hanno visto che la tua tiroide fosse “messa male” visto che venendo bombardata piano piano dagli anticorpi viene progressivamente distrutta.
    La mia domanda è:
    ora che sei guarita la tua tiroide di fatto si è “rigenerata” nei tessuti? non hai più gli anticorpi antiperossidasi alti?
    Inoltre: immagino che tu segui ancora la dieta alimentare proposta, è solo alimentare oppure usi tiroide secca?

    🙂

    • 22-2-2013

      Ciao Laura, l’Eutirox mi era stato prescritto in base all’esito dei primi esami. Successivamente i valori si sono regolarizzati, mentre dall’ecografia la tiroide risultava vascolarizzata, per cui sempre con una infiammazione in corso.
      Da tre anni i valori del sangue sono nella norma e le ecografie denotano una situazione che va via via migliorando: è un processo lento, per il quale ognuno deve trovare le proprie personali soluzioni.
      Io ad esempio non ho più seguito con costanza una dieta alimentare specifica, non l’ho mai sentita “mia” e cerco di mangiare cose sane lasciandomi guidare dall’istinto.
      Pratico invece quotidianamente medicina energetica ed EFT.
      Se desideri ulteriori informazioni contattami pure via mail. Ciao!

      • 9-4-2015

        io soffro di una triroidite da stress da dieci anni ho preso 20 kg pur facendo dei sacrifici ma la mia dotiressa non mi ha datao nessuna medicia perche’ i miei anticorpi si sono alzati ma non sono ancora fuori norma cosa posso fare? una dieta paricolare aiutami

  31. 10-4-2013

    Forse tutte quelle che dovranno prendere l'Eutirox a vita si dovrebbe sentire delle emerite idiote dopo aver letto questo articolo?O forse la questione é molto più soggettiva di quanto pensi?Chissà forse il tuo é solo un caso fortuito e mi dispiacerebbe seriamente se una persona malata di ogni tipo di tiroidite si sentisse spronata a non prendere i farmaci per non essere "schiava"come dici tu. Ebbene, esistono così tante realtà mia cara, che essere "schiavi" di una pilloletta per guarire mi sembra davvero il minino. Basta pensare alle persone costrette a fare la dialisi o le chemio. Persone che affrontano con coraggio e tanta, troppa forza. Fossi in te, penserei a dare solo un tuo parere, a raccontare un'esperienza senza la presunzione che valga per tutti. Le malattie vengono prese seriamente, come le cure. A volte non si può far altro che affidarsi a un medico, ad un farmaco. Spesso é solo fortuna, fato, Dio!Ma questo, é solo il mio umile pensiero.

    • 10-4-2013

      Concordo pienamente… la gente prima di sparare cazzate… (e su internet ce ne sono a go go) dovrebbe porsi almeno un paio di domandine di come si sentono le persone per ricorrere ai farmaci!!! Ma ognuno pensi alla propria esperienza e ringrazi se non ha bisogno di farmaci!!!!!!!!!!!

    • 10-4-2013

      Ciao Orsola, ciao Rosa.
      La mia esperienza fa riflettere sulla medicina in generale, non l'ho certamente condivisa con l'intenzione di offendere qualcuno 🙂
      Buona vita!

    • 12-4-2013

      Ero sicura che non avresti capito, non l'ho scritto per te, ma per gli altri!Stai serena che non mi hai offeso per niente!Buona vita a te!

    • 20-4-2013

      Loretta ha solo riportato la sua esperienza.
      Aprite gli occhi! Il modo in cui si vuole essere curati e' una scelta, Loretta l'ha fatta e ne ha riportato i risultati. Scelta personale come lo e' quella di coloro che decidono di affidarsi all'ormone sintetico ed ai suoi effetti collaterali. Nessuno si sceglie le malattie, tutti vorremmo essere sani e gli ospedali dovrebbero essere vuoti! Ogni malattia corrisponde ad una disarmonia interiore… lascio perdere perche' tanti non capirebbero.
      Volersi conoscere veramente e' un cammino duro e difficile, ricreare la propria oasi interna comporta dei grandi sacrifici. Il malato che vuole veramente guarire parte da dentro di se'. Il tumore e' parte di un cammino, durissimo, la guarigione o la morte non dipendono dalla fortuna o dal caso! Siamo tutti molto ignoranti a questo proposito, di libri e di uomini "illuminati" ce ne sono stati tanti ma il libro piu' importante e piu' prezioso che sia stato scritto e' il nostro, siamo noi!

  32. 10-4-2013

    Secondo me loretta non ha detto che sono tutti idioti quelli che prendono medicinali , ma spesso ci si affida subito alla medicina senza valutare delle cure alternative e meno invasive .

  33. 17-5-2013

    COME AMMALARSI

    Se il Ki agisse soltanto in maniera positiva, vivremmo in un mondo molto diverso; dal momento che esso è influenzato dalla mente, però, gli esiti possono essere sia positivi che negativi, a seconda del pensiero o dell’intenzione che lo dirige.
    Il Ki diretto dalla mente è responsabile della buona come della cattiva salute.
    E' quello positivo, creato e guidato dalla mente subconscia, che rafforza tutti gli organi del corpo e li mantiene sani; ma la mente subconscia può anche ospitare pensieri negativi, e quando questi riguardano se stessi, influenzano il Ki personale in maniera dannosa. Il Ki diretto negativamente si svilupperà intorno agli organi, nei chakra e nell’aura, rallentando le normali attività del corpo e finendo per causare malattie; questo genere di Ki è il responsabile di disturbi e infermità, e i guaritori riescono spesso a vederlo all’interno del corpo o intorno ad esso sotto forma di macchie od ombre scure che ostacolano il flusso di Ki sano. Annullando il Ki negativo, quello positivo potrà tornare a fluire, restituendo la salute al corpo.
    Il Ki negativo può avere una carica di energia molto elementare ed essere perciò facilmente eliminabile, oppure possedere una carica più potente e di struttura più sofisticata che ne rende problematica la rimozione.
    Può ingannare e comportarsi come se fosse benefico, mentre ha un’intenzione di fondo negativa, o può nascondersi e diventare difficilmente individuabile.
    Tutto dipende dai pensieri che sono serviti a crearlo, provenienti dalla mente subconscia della persona, oppure dalla mente conscia, che si combina con il Ki e agisce per influire sul funzionamento del corpo, sulle emozioni e sulla mente stessa. Da ciò si capisce l’importanza di sviluppare un’ autoimmagine positiva e sgomberare la mente da tutti i pensieri e sentimenti negativi.
    Nel corso dell’esistenza, siamo esposti a milioni di pensieri e sentimenti altrui che agiscono sulla mente in diversi gradi, a seconda della nostra ricettività. Da giovani, siamo come un libro aperto, e ci è difficile decidere quali pensieri e sentimenti accettare e quali respingere. Negli anni della formazione, si creano le basi della nostra personalità, e sono i genitori a influire maggiormente su di noi; veniamo anche plasmati dalla televisione, dagli insegnanti e da varie esperienze. Tali concetti iniziali finiscono per consolidarsi nella mente subconscia, che, a sua volta, forma una struttura di Ki positivo e negativo nell’aura, nei chakra e nel corpo, con dirette conseguenze sulla salute e su tutto ciò che facciamo e sperimentiamo.
    Inoltre, può accadere che altri inseriscano Ki negativo nel nostro campo energetico, e che magari lo facciano inconsciamente, quando provano pensieri ostili verso di noi. Questo tipo di Ki produce effetti in coloro che presentano debolezze nell’aura o nei chakra, e spesso è definito vibrazione maligna, con ripercussioni a volte soltanto temporanee; le sue conseguenze, però, possono essere più durature se il soggetto è debole o in qualche modo aperto all’energia negativa, e se questa viene diretta in modo più energico e consapevole.
    La mente e il campo di energia sottile sono influenzati anche da esperienze fatte nelle vite passate.
    Tale effetto, chiamato karma, si manifesta nell’aura al momento della nascita, quando l’anima entra nel corpo.
    Per tutto il corso dell’esistenza, il karma delle vite passate ci conduce a fare determinate esperienze, che, a loro volta, rafforzano la carica karmica nell’aura, che quindi si trasferirà nei chakra e, alla fine, nel corpo fisico.
    Mentre esso avanza in profondità nel sistema energetico, i suoi effetti diventano sempre più marcati e, secondo se sia positivo o negativo, attirerà su di noi buona o cattiva sorte, e influirà in un modo o nell’altro anche sulle nostre condizioni fisiche.
    Questa è la base della salute cagionevole e della malattia.
    I pensieri negativi formulati dalla nostra mente o provenienti da vite passate, oppure ricevuti da altri, attirano o addirittura generano Ki negativo e influiscono sul campo energetico, ostacolando quello benefico e limitando il funzionamento degli organi del corpo. I guaritori curano generando Ki positivo e inviandolo nella zona dell’aura, dei chakra o del corpo, a seconda di dove si trova il Ki negativo, con lo scopo di trasformare quest’ultimo in energia positiva o di farlo uscire e disperderlo, agevolando così il naturale flusso del Ki sano. A prescindere dal metodo adottato, tutti i processi terapeutici o di miglioramento fisico e spirituale comportano l’eliminazione dal campo di energia di un individuo del Ki negativo e dei pensieri e sentimenti che lo hanno creato.
    E' questo, il modo di procedere di tutti gli sciamani e guaritori del mondo: nonostante la grande varietà delle tecniche impiegate, lo scopo è il medesimo.

  34. 17-5-2013

    penso che tutti gli esseri viventi siano creature meravigliose con il potere di curarsi senza farmaci con amore tanto amore per se stessi essendo fluidi ascoltandosi noi sappiamo cosa è giusto o sbagliato però siamo prigionieri dal peggior stile di vita in pochi vanno a fondo ad ascoltare il proprio corpo per paura ho perché è più facile prendere una pastiglia che cambiare radicalmente le abitudini sbagliate la nostra natura non ha bisogno di medicine ………………

  35. 25-5-2013

    Ciao Loretta,
    intanto ti dico che sono felice che tu abbia risolto. A me è stata diagnosticata la tiroidite di Hashimoto due anni fa tramite analisi del sangue ed ecografia. La tiroide funziona ancora, quindi non sto seguendo alcuna terapia. Ho letto la tua esperienza ma non sono sicura di aver capito bene. Vuol dire che i valori degli anticorpi variano a seconda dell’ora in cui si effettuano le analisi? O a variare sono i valori degli ormoni? E a proposito della tua esperienza al Centro François Broussais, ti sarei grata se potessi dirmi cosa ti avevano indicato di mangiare e/o di non mangiare (ben consapevole comunque che ognuno di noi è un caso a sé). Ho sentito parlare del dottor Mozzi (ho letto anche quello che hai scritto tu) e ho letto che tanti sostengono ci sia una correlazione tra il glutine e le malattie autoimmuni come l’Hashimoto, per caso al Centro Broussais ti avevano detto di eliminare gli alimenti contenenti glutine? Grazie di cuore

  36. 27-5-2013

    Ciao Emili, ad oscillare durante la giornata sono i valori degli ormoni: così mi ha spiegato il mio omeopata. Gli anticorpi infatti si alzano solo in seguito ad una reazione immunitaria (anche un semplice raffreddore). Al Centro Broussais mi hanno dato una dieta specifica anche in base alla visita iridologica ed al mio metabolismo, quindi non è semplice dire cosa è meglio o peggio mangiare. Io sono un soggetto molto freddoloso, per cui decisamente ipo-ossidatore, quindi mi hanno consigliato tutti cibi in grado di “scaldare” l’organismo (in particolar modo le spezie, associate a verdure di stagione e principalmente abbinate a cereali). Per info più specifiche contattami via mail! Buona giornata 🙂

    • 29-5-2013

      Grazie Loretta per la tua disponibilità. Quando avrò bisogno allora ti contatterò via mail. Grazie di cuore e auguri per tutto

  37. 31-5-2013

    Prendo l'eutirox anch'io da 6 anni, nutro estremo rispetto per la vita degli altri, e mi sento fortunata per la vita che conduco e per il fatto di essere abbastanza sana, e nonostante ciò non mi sono sentita minimamente offesa dall'esperienza di Loretta. Credo fermamente che ognuno di noi si costruisca da sé il proprio percorso di vita e l'esperienza citata non mi sembra affatto che sproni a non prendere l'eutirox !!!(Anzi Loretta mi pare che abbia fatto mille controlli ed approfondimenti prima di decidere la sua cura). Ciò che trovo abberrante, ed infinitamente triste, e' la chiusura totale verso un'alternativa possibile, che non ci renda schiavi della medicina tradizionale, che ci VUOLE malati… Ora io mi sento di elogiare Loretta, come qualsiasi altra persona dimostri una tale forza di volontà che molti altri non hanno, al di là del risultato ottenuto. Loretta poteva non guarire, ma avrebbe avuto la mia stima comunque… Chiudere gli occhi, negare che questa cosa sia possibile senza aver provato e addirittura accusare di "sparare cazzate" adducendo come unica giustificazione il fatto di non mettersi nei panni di chi sta male mi sembra tristissimo…. di questo passo andremo incontro alla MORTE DEGLI ANIMI E DELLA RAGIONE. Scusate lo sfogo.

    • 31-5-2013

      Ciao Marta, grazie per il tuo contributo, lo apprezzo davvero molto 🙂

  38. 3-6-2013

    Grazie per il suggerimento, soffro anche io di tiroidite autoimmune di hashimoto e non ho intenzione di procedere con i medicinali tradizionali, potresti dirci che tipo di integratori?

    grazie
    alex

    • 4-6-2013

      Sostanzialmente magnesio e iodio (soprattutto se si abita lontano dal mare): per quest’ultimo basta sostituire il sale da cucina con quello iodato (se già non lo si sta usando). La marca che mi hanno consigliato è la Solgar, che poi si trova in tutte le erboristerie ed ha dei prodotti specifici per la tiroide. E’ importante però farsi seguire da un medico! Ciao 🙂

  39. 5-6-2013

    Io non ho parole. Sono ancora sconvolta per la visita avuta oggi con uno dei migliori specialisti della mia zona, il quale mi ha chiesto come facevo ad essere in piedi con un tsh a 104. Dopo avergli specificato che sono ipocondriaca ha pensato bene di dirmi che se non prenderò subito quanto mi ha prescritto, una mattina potrei non svegliarmi più od entrare in coma. Ma vi sembra normale?
    Ho già vissuto una volta l’esperienza della malattia inguaribile dalla quale invece con altre cure e un percorso interiore ne sono uscita.
    Che fare?

    • 6-6-2013

      Ciao Natascia. E’ difficile consigliarti cosa fare, però ti posso raccontare che un anno dopo l’episodio che ho raccontato nel post ho avuto una gravidanza extrauterina. In ospedale, quando mi hanno fatto tutti i controlli, mi hanno trovato il TSH a 75. Esame ripetuto due volte. Appena uscita l’omeopata mi ha fatto fare gli esami ed era a 7,5. Un errore di laboratorio!!! Io ti consiglio di provare a fare l’esame in diverso un punto prelievi, giusto per toglierti il dubbio, e poi di consultare anche altri medici alternativi: un omeopata, un naturopata, ma anche un antroposofo o un kinesiologo.. dipende un po’ a cosa ti senti più vicina. In bocca al lupo!

      • 6-6-2013

        Grazie. nonostante la nottata in bianco con la paura di entrare in coma, visto che il luminare mi aveva detto questo visto il livello del tsh, mi sono recata dal medico della mutua il quale mi ha dato le gocce di tirosint, ma che poi mi ha sostenuta sul fatto di provare a rivolgermi ad un altro specialista sapendo lui che utilizzo fitoterapici e non medicinali convenzionali da ormai molti anni. Ho provato anche a contattare il centro Broussais a Genova qualcuno ne sa qualcosa???
        Comunque non è una brutta idea di rifare le analisi in un altro centro.
        Grazie 🙂

  40. 29-6-2013

    Io sono ipotiroidea autoimmune e non da gravidanza. Si.. sarà anche che ci si può curare con metodi alternativi, forse non sempre no? E se oggi non prendessi l'eutirox cosa farei? stavo male e la mia tiroide si autodistrugge.Che si fa? Purtroppo ci sono casi e casi.. e le possibilità di cura variano da persona a persona anche dal punto di vista economico. Un omeopata non è una figura ancora facilissima da trovare che sia competente. E che nn sia un ladro!!! Una cosa quando non è fruibile da tutti indistintamente per me è come se non esistesse!!

  41. 1-8-2013

    ciao sono un ragazzo e come te ho la tiroide di haschimoto con valori del tsh sempre alti nonostante prendo eutirox ,sono convinto che i medici un pò per pigrizia e un po’ perché sono ancora ignoranti in materia consigliano subito eutirox .credo( e ti faccio i complimenti per la tua tenacia a non volerti arrenderti) a una cura alternativa.mi dai dei consigli che strada seguire almeno per provare a non prendere più eutirox.se Vuoi mi puoi rispondere tramite e-mail ;seba100@hotmail.it .Ti ringrazio per la risposta ciao

    • 1-8-2013

      Ciao Stefano, ti rispondo via email 🙂

  42. 2-8-2013

    ciao Loretta ti ringrazio dei. tuoi consigli mamdivi dov e il centro a roma per cure naturali della tiroide e intanto i cibi che suggerisci per l ipert.della tiro

    ide grazie mille

    • 5-8-2013

      Ciao Maria, ecco link al sito del Centro Broussais. Non sono un medico quindi non posso dare consigli di salute, ma solo parlare della mia esperienza. Per quanto riguarda l’alimentazione posso dirti che per la tiroide il Dr Mozzi consiglia di evitare totalmente i cereali. Puoi approfondire partendo da questo articolo, ci sono i riferimenti per contattare direttamente il dottore, che è disponibile per una terapia alimentare personalizzata. In bocca al lupo!

  43. 30-9-2013

    Non si capisce più se è meglio curarsi l’ipotiroidismo con l’eutirox o con la propria testa. Mi sono rotta non credo piu a nessun medico

  44. 1-10-2013

    Ciao e grazie per il tuo articolo!
    Io ho appena scoperto di avere la famosa tiroide di hashimoto: ho fatto gli esami non tanto perché ho sintomi ma perché mia madre ce l'ha da qualche anno e ho il colesterolo alto (non è alimentare, mangio tutto tranne che grassi o cibi che alzano il colesterolo).
    Dato che sono critica e non mi fido della medicina, non sono contenta di ciò che mi ha detto l'endocrinologa (quella pubblica, come sempre sbrigativi e acidi). Innanzitutto da aprile il TSH si è abbassato da 5,9 a 5,64 (insomma, quasi nel limite) e si è abbassato anche il colesterolo (da 4 anni a oggi era sempre andato aumentando invece ora da 238 è passato a 203). Nonostante glielo abbia fatto notare, mi ha detto "prendi l'eutirox da 25 dato che pesi X"(a proposito, a che serve l'endocrinologo se non fa altro che guardare l'ecografia, le analisi e assegnarti l'eutirox a seconda del peso?).
    L'unica cosa che mi deprime sono gli anticorpi: 210 (valore che dovrebbe essere < 9 ) e 2500 (valore che dovrebbe essere < 4 ) e l'ecografia che rileva millimetrici spostamenti (o come si dice).
    Purtroppo non mi do pace, non ho ancora iniziato l'eutirox e non voglio farlo finché non trovo conferma che non esista altro metodo! Aiutatemi!

    • 1-10-2013

      Ciao Claudia, scrivimi in privato via email. Buona giornata!

  45. 8-10-2013

    Ciao Loretta,
    innanzitutto grazie di cuore per il blog che hai creato.
    Racconto la mia storia.
    Nel 2010 ho scoperto casualmente di avere questa famosa tiroidite autoimmune e mi è stato consigliato di cominciare l’Eutirox da 25 per 2 settimane e poi da 50.
    Ci sono rimasta male ovviamente nello scoprire di avere una malattia cronica ma da brava infermiera quale sono non ho obiettato nell’assumere questa pastiglietta salva vita.
    Anzi ero contenta visto che forse mi sarebbe passata la stanchezza cronica e l’umore tendenzialmente depresso che avevo.
    Purtroppo non è stato così, anzi.
    Il mese dopo e quelli successivi ho cominciato ad avere problemi con il ciclo mestruale, cosa mai successa visto che ho sempre avuto un ciclo regolare.
    Problemi nel senso ritardi di 70 giorni oppure perdite per 2 mesi.
    E nessuno sapeva darmi delle risposte poichè l’endocrinologo diceva che con un valore di TSH così non c’era motivo di avere alterazioni del ciclo, anzi l’unica cosa che faceva, man mano che il TSH si alzava era di aumentare l’Eutirox e così sono arrivata al dosaggio di 100. Passava così la palla al ginecologo che però tra visite e dosaggi ormonali per lui era tutto a posto e ripassava così la palla all’endocrinologo.
    Così la mia angoscia aumentava poichè mi stavo rendendo conto che nessuno mi credeva, mi capiva e soprattutto nessuno era in grado di darmi risposte, il tutto proprio nel periodo della mia vita che stavo pensando ad avere un figlio. Soprattutto io continuavo a ripetere che era da quando ho cominciato l’Eutirox che avevo problemi di ciclo mentre i medici dicevano che non c’entrava nulla. Ma io ero e sono convinta che è stato per quello. Del resto c’è anche scritto sul foglietto illustrativo ” possono esserci problemi con il ciclo mestruale se il dosaggio viene aumentato troppo velocemente”.
    Cominciavo così a perdere la fiducia nei medici e nello stesso tempo cominciavo a ravanare nel web in cerca di risposte per trovare la soluzione da me.
    Ho provato la cura del dott. Raul Vergini, sono andata da lui a Forlì. La sua cura si concentra sull’abbassamento degli anticorpi poichè lui sostiene che è necessario abbassarli per guarire. Ed allora da tutta una terapia abbastanza consistente di farmaci chimici per raggiungere questo scopo. Ha scritto anche un libro molto interessante che fornisce delle informazioni che possono aiutare (ad esempio usare dentifrici senza fluoro..) ed altre cose interessanti.
    Convinta di aver trovato la strada giusta ho intrapreso la sua cura anche se ero un pò perplessa da tutti quei farmaci. Ma la cura è durata ben poco, neanche due giorni perchè nel frattempo ho scoperto di essere incinta e la mia angoscia è diventata così panico poichè sapevo che era cosa assolutamente non buona aver preso tutti quei farmaci in gravidanza.
    Ed avevo ragione poichè così fu: la gravidanza si fermò.
    Così il panico diventò disperazione tra mille sensi di colpa ma del resto con un ciclo così irregolare e si parla di 70 giorni di ritardo era alquanto difficile capire se ero incinta nonostante facessi un test di gravidanza ogni settimana. E purtroppo, dopo mesi che il test era sempre negativo, nonostante fosse passato quasi un mese dall’ultimo rapporto, quella settimana il test era risultato positivo .
    Così dopo l’aborto ho passato 6 mesi di inferno tra infezioni vaginali varie.
    E il mio desiderio di avere un figlio era ormai diventato pensiero fisso.
    Ho preso appuntamento al centro medico Broussais di Genova dove sei andata anche tu e tra vari test alquanto curiosi e una dieta per soggetto ipo ossidatore mi hanno prescritto questa cura diciamo alternativa.
    Nel loro sito ci sono tante testimonianze di persone guarite, o almeno loro sostengono così ma io mi sono sempre chiesta dove sono queste persone!! come dicevo a mio marito se io guarissi dalla tiroidite autoimmune aprirei un sito web, andrei in tv, mi farei sentire insomma per aiutare le altre persone. Invece il nulla.
    Fatto sta che nel frattempo il ciclo mi si era regolarizzato, mi sono regolata un attimo con la dieta, ho fatto sport, mi erano passate le infezioni varie e non ho fatto in tempo a cominciare la cura del centro Broussais perchè nel frattempo sono rimasta incinta della mia bimba che ora ha 9 mesi.
    Ho scoperto di essere incinta il 1 maggio 2012 e vedo che questo blog è stato scritto il 15 maggio. Pensa te il destino.
    Ora ho la mia bimba e sono felice.
    Ma la mia battaglia per guarire dalla tiroidite non è conclusa e qualche tempo fa parlavo con mio marito e dicevo che io sono convinta di guarire da questa malattia.
    In questi anni sono rimasta delusa dai medici tradizionali perchè mi sono accorta che non hanno le risposte a tutto e proprio nel momento che avevo più bisogno non mi hanno saputo aiutare, anzi. Allora ho aperto gli occhi verso altre soluzioni alternative, ho girato sul web, sono andata da diversi specialisti che mi proponevano la loro ricetta di guarigione. Ognuno di essi mi dava dei consigli ed io ho selezionato quelli che mi sembrano più “giusti” senza prendere niente come verità assoluto ma creandomi un relativo che va bene per me.
    Da qualche settimana stò seguendo la dieta dei gruppi sanguigni che vedo hai nominato anche te, ma anche questa mi lascia un pò perplessa perchè eliminare del tutto i cereali la trovo una scelta non molto equilibrata quindi non credo la seguirò a vita, perchè sono convinta che un alimentazione sana, equilibrata, naturale, varia e di stagione sia la cosa più giusta che ci sia. Magari per un periodo posso anche togliere i cereali per aiutare a disinfiammare la tiroide visto che secondo lui pare siano i cereali in particolare quelli con il glutine a causare questa infiammazione. Non voglio comunque chiudermi nessuna strada e penso che anche questa corrente di pensiero possa darmi delle indicazioni utili per trovare la mia soluzione così ho preso appuntamento con il dott. Mozzi per gennaio.
    Sono d’accordo con te nel dire che la cura deve essere globale ed interessare tutti gli aspetti della vita, fisici ed emotivi ed ognuno deve trovare il benessere a modo suo. Non c’è una ricetta per tutti uguale.
    Ora mi stò informando per fare delle sedute di medicina energetica.
    Quello che volevo chiederti Loretta erano delle informazioni sui tuoi valori del sangue e altre cose, se ti posso contattare in privato.
    Grazie di cuore e auguri a tutti!

    • 8-10-2013

      Ciao Monica, grazie davvero per il tuo contributo 🙂 scrivimi pure in privato via email. Buona giornata!

  46. 8-10-2013

    Ciao Claudia, forse non ti è arrivata la mia risposta, scrivimi in privato via email. Buona giornata!

  47. 26-10-2013

    Ho letto ma non ho capito se al centro broussais sei stata aiutata o no… Anch'io ho bisogno di risposte. Hashimoto's da 15 anni

  48. 29-10-2013

    Ciao Roberta, grazie alla terapia naturale del centro tutti i sintomi sono scomparsi. Senza sintomi qual'era il problema? I risultati delle analisi, che poi ho scoperto non essere affidabili quanto vogliono farci credere. La tiroide ha andamento oscillatorio per sua natura, e per quanto riguarda l'esame del tsh leggi qui: http://drvergini.it/tsh/

  49. 30-10-2013

    Si scopre sempre qualcosa di nuovo basta cercare

  50. 7-11-2013

    ciao Loretta. ho letto il tuo articolo e ti faccio i complimenti per essere uscita dal problema della tiroide. nel racconto dici che ne sei uscita senza farmaci però francamente non ho capito come. se è vero che non hai fatto alcuna cura, come ne sei uscita? nel dettaglio quali metodi hai seguito? da quello che ho letto non si capisce bene. se preferisci puoi rispondermi anche privatamente. grazie.

  51. 7-11-2013

    Ciao Fabio. Con la parola “farmaci” intendo prodotti di sintesi, che non ho usato, infatti la cura che mi hanno prescritto al centro Broussais è stata del tutto naturale.
    Grazie alla loro terapia tutti i disturbi che avevo sono passati completamente: questo è stato il segnale che le cose si muovevano.
    Gli esami del sangue tornavano a guastarsi, ma tutti sintomi mi erano passati. Ho scoperto poi che gli esami del sangue possono oscillare come valori e che questo non significa necessariamente che si stia effettivamente male (come poi mi ha spiegato l’omeopata). Cerca sul sito del Dr Vergini, lui spiega bene perchè l’esame del TSH non è attendibile.
    Endocrinologi competenti mi hanno detto che il risultato poteva essere solo temporaneo: ed in linea genarale hanno certamente ragione, perchè se per una vita il mio meccanismo di psicosomatizzazione si è fatto le unghie sulla mia tiroide, semplici integratori non possono essere la soluzione definitiva.
    La risposta della mia tiroide alla cura naturale mi ha dato però la misura di quanto essa sia viva, funzionante e desiderosa di guarire.
    In questi anni, anche se i valori del sangue non si sono più guastati, ho portato avanti un discorso di crescita personale e di profonda consapevolezza, per capire le motivazioni intrinseche che portavano la mia tiroide a somatizzare in questo modo.
    La guarigione totale da una malattia autoimmune come puoi ben capire presuppone la rottura di schemi psicologici e comportamentali fortementi radicati, un percorso ben più lungo, che io sto completando grazie ad EFT ed alla medicina energetica. In futuro, quando avrò tutti gli elementi, tornerò di certo a raccontare la mia esperienza.
    Ti auguro una buona giornata.

  52. 7-11-2013

    Ciao Loretta, grazie per la risposta, anche se il “discorso generale” più o meno lo sapevo già, visto che bazzico in certi ambienti da anni. Io ho 34 anni ed ho abbandonato la medicina allopatica (tradizionale) dall’età di 14 anni, grazie ad una mia professoressa di scienze. Mi sono sempre curato con rimedi naturali e con l’omeopatia, anche se il più delle volte, in caso di malanni leggeri (febbre, raffreddore, tosse, ecc..), non mi curavo affatto preferendo aspettare che la malattia passasse da se. E ciò è stato utile perchè ha rafforzato, con gli anni, il mio sistema immunitario. Anni fa però ho avuto problemi al fegato, legati allo stress, che poi ho risolto grazie all’omeopatia ed alla shiatsu terapia. Ma da qualche tempo alcuni sintomi si stanno riaffacciando. Il mio medico omeopata ha ipotizzato qualche disfunzione alla tiroide che però non è stata ancora accertata, visto che non ho ancora fatto gli esami medici. Da un paio di anni poi mi sono interessato ad alcuni esercizi energetici (in particolare a quelli derivati dalla pratiche del tao chi e dello yoga) ed alla meditazione, anche se in modo abbastanza discontinuo e forse è per questo che non ne ho tratto del tutto i benefici che mi aspettavo. Cmq dei benefici li ho avuti. Ora sono venuto a conoscenza, da un paio di giorni, dell’EFT e della medicina energetica. Essendo ancora poco esperto in materia di EFT e medicina energetica e volendo approfondire le mie conoscenze, chiedevo spiegazioni riguardo all’argomento, nello specifico agli esercizi ed alle tecniche da seguire nella pratica e riguardo al dove ed al come reperire informazioni utili per saperne di più. Infine voglio dare un ulteriore spunto che forse può essere utile a tutti: conoscete il dottor Hamer e la medicina hameriana? In realtà anche di questo non ne so molto in quanto l’ho conosciuta da poco ma da quel poco che ho sentito pare che il suddetto dottore dice cose realmente interessanti. Se volete, provate pure ad informarvi, anche su internet o su you tube. La diffusione del sapere è una delle cose più preziose! Un’altra è l’aiuto reciproco, per quello che si può! Grazie, ciao! 😉

  53. 8-11-2013

    Complimenti Fabio, ed in bocca al lupo per il tuo percorso! Ho scritto un paio di post riguardanti EFT, li trovi nel blog, con tutti i riferimenti per approfondire il discorso: ho appena completato il corso di operatore di terzo livello con Andrew, e ti consiglio vivamente di seguirlo sia su YouTube, che sul suo sito, http://www.emofree.it.
    Per quanto riguarda Hamer, anche io l’ho scoperto da poco e devo ancora approfondire… lo farò prestissimo perchè come dici tu, ciò che dice è davvero illuminante. Buona vita! 🙂

    • 12-11-2013

      ciao Loretta, volevo salutarti e ringraziarti per i post e le cose che hai messo su internet. ho già ricevuto i primi 2 video del corso di Andrew ed ho iniziato a fare nella pratica il picchettamento.. per ora, per quel poco che ho fatto, pare che qualcosa già si muova in senso positivo. ora aspetto di vedere quali saranno i risultati alla lunga. poi con più calma farò un giro più approfondito sul tuo blog. per ora grazie di tutto! se per qualunque motivo avrai bisogno di scrivermi per chiedermi qualunque cosa, scrivimi pure sulla mail. ciao!

  54. 8-11-2013

    Gracias por compartir tu experincia ….

  55. 9-11-2013

    Yo llevo 3 años sin Eutirox, y los análisis dan casi perfectos. Ah! tengo hipotiroidismo y me daban 100 mcg al día.

  56. 10-11-2013

    Pur occupandomi da tempo di medicina naturale ritengo che ogni persona sia un caso a sè e che non sempre si riescano ad ottenere buoni risultati, soprattutto in caso di ipertiroidismo. Poche persone purtroppo riescono ad accompagnare i rimedi naturali ad quel cambiamento di vita necessario affinchè le cure non risultino soltanto dei semplici "tamponi", dei rimedi sintomatici non troppo diversi, almeno concettualmente, dai rimedi farmacologici, certamente più tossici e con gli svariati effetti collaterali che i bugiardini ben illustrano per pararsi da qualunque problema legale ed etico. Il cambiamento a cui mi riferisco non è purtroppo attuabile soltanto dal punto di vista alimentare, con una "vita sana", con eventuali integratori e rimedi omeopatici e con qualsiasi altra terapia naturale. L'assunto della medicina naturale è proprio il riequilibrio totale dell'individuo e chi studia e applica questa controversa materia, sa bene che la sfera psichica ne è la componente più importante. Spesso a poco valgono le lunghe terapie psicoanalitiche, che fanno crescere la pericolosa terza gamba soprattutto alle persone fragili e troppo dipendenti dall'aiuto esterno e neppure le terapie "cognitivo comportamentali" applicate ai problemi di "rapporto con il cibo". Solo un altro piccolo appunto negativo all'articolo di cui sopra.. Diffidate da chi vi illustra la sua esperienza citando in modo chiaro i professionisti e le cliniche "naturali" da cui hanno avuto i presunti benefici, peraltro non dimostrabili (giusto a livello informativo, a Lourdes sono avvenuti oltre settemila casi di guarigioni inspiegabili, ma la documentazione che ne prova l'ineluttabilità è stata fornita solo nei sessantotto casi riconosciuti dalla Chiesa Cattolica, spesso, mi permetto di dire, discutibile per i suoi criteri, ma pur sempre dotata dei mezzi necessari per effettuare questo tipo di verifiche..).

    • 11-11-2013

      Ciao Nicola, hai letto la mia risposta a Fabio, poco sopra il tuo commento? Il processo di guarigione può avvenire solo tramite una riorganizzazione globale, che riguarda sì l’alimentazione ed il piano fisico, ma soprattutto la dimensione psicologica di una persona, la sua emotività, le sue credenze limitanti, il suo campo energetico.
      Questo articolo non è fine a se stesso, è inserito in un blog che racconta la mia crescita personale, il mio percorso di vita: una vita in cui la tiroide si è presa carico di tante cose. Almeno fino a quando io non ho avuto la consapevolezza di dispensarla da ciò.
      Conosci EFT? Buon approfondimento 🙂

  57. 10-11-2013

    É dal 1994 che soffro di tiroide e dall'eutirox 100 sono passata al 170 e due volte alla settimana al 200. Stavo cercando un sito che mi spiegasse se posso farmi operare di tiroide e sono capitata qui! All'età di 35 anni ho detto basta nn ce la faccio più a stare male per colpa della tiroide cerco soluzione ma nn credo di farcela da sola nn sono così forte come te!! Brava

  58. 10-11-2013

    Io lo prendo a vita

  59. 11-11-2013

    Ciao Valeria, leggi anche gli articoli riguardanti EFT, chissà che ti diano la forza di credere che puoi farcela! Buona giornata.

  60. 14-11-2013

    Io ho avuto un esperienza simile a quella di Loretta…ho scoperto la tiroidite dopo una gravidanza che si e’interrotta.Non ho mai voluto assumere eutirox e ho cercato strade alternative…il tsh e’tornato normale dopo dieta e integratori naturali…ma x altri problemi ho dovuto sospendere la cura…a giorni rifaro’le analisi

  61. 29-11-2013

    Ciao.A me'e' stato prescritto tapazole per un anno e mezzo e ora sembra che la tiroide stia girando bene…bho..

  62. 24-12-2013

    Buongiorno a tutti, io ho il problema opposto, soffro di ipertiroidismo (basedow) in cura da quasi un anno con tapazole e inderal.
    Purtroppo ho fatto l’errore di fidarmi subito dei medici, presentatomi come grandi luminari nel loro settore, che avevano fatto passare la mia malattia come una cosa seria (seppur benigna), accettando senza riserve di farmi cacciare giù quintali di pastiglie. Terrorizzata dall’idea di trovarmi un infarto a 29 anni (avevo anche i battiti molto alti) mi sono tappata il naso e ho cominciato la terapia con 4 tapazole e 3 inderal al giorno (dosaggio prescritto dal medico del civile di Brescia). Non l’avessi mai fatto!!!!!!!!!
    Adesso, anche se la tiroide si è calmata, ne sto pagando mio malgrado le conseguenze. Anche se prendo un dosaggio basso adesso, gli effetti collaterali da sovradosaggio sono usciti in serie e dopo diversi mesi: acidità di stomaco con forti dolori al torace, vene scure, collo gonfio, perdita dei capelli, perenne senso di freddo (porto guanti, giacca e sciarpa in casa), aumento di peso, ma soprattutto dolori lancinanti ai muscoli della schiena, astenia muscolare alle braccia, condizione degenerativa del nervo ulnare della mano sinistra (documentata da elettromiografia e ecografia) che mi causa difficoltà nelle attività quotidiane. In poche parole mi sento caricata addosso 30/40 anni in più. Sono andata alla visita col foglietto illustrativo in mano (tutti gli effetti che ho avuto sono documentati) e l’endocrinologo non ne vuole sapere di ridurmi il dosaggio, ha catalogato sbrigativamente il mio caso come “anomalo” e mi ha detto di rivolgermi a un medico dei nervi. Sono stanca di tamponare gli effetti collaterali alla meno peggio e di venire sballottata da un medico all’altro senza che nessuno si prenda una cavolo di responsabilità, in più ho paura che mi resti un danno permanente al nervo che sarebbe una botta terribile, visto che pratico pure sport. Il mio medico di base quando mi vede ormai si mette le mani nei capelli. Ho sentito anche degli omeopati generalisti che però mi hanno solo snocciolato una serie di ridicole ovvietà, dandomi dell’ipocondriaca, della stressata o della depressa. Adesso sto cercando di raccogliere le idee per decidere come proseguire la cura, ma sono comunque intenzionata ad abbandonare la terapia farmacologica il prima possibile sostituendola con una naturale. Purtroppo, però, i medici veramente preparati su questo non sono molti. Ho sentito parlare di questo centro Broussais e lo includerò fra le varie possibilità. Approfitto anche per chiedere se qualcuno conosce qualche medico nei dintorni di Brescia veramente valido per curare patologie tiroidee con alternative naturali. Grazie e auguri a tutti

    • 30-12-2013

      Ciao Raffaella, grazie per aver raccontato la tua esperienza con la medicina ufficiale… ed in bocca al lupo per il tuo percorso di guarigione naturale!
      A Brescia io conosco il dott. Claudio Lazzari: è medico chirurgo neurologo specializzato in omeopatia.
      Leggi anche l’ultimo articolo che ho scritto (Malattia linguaggio dell’anima) e quelli che parlano di EFT (medicina energetica): possono darti un valido aiuto nell’interpretazione dei tuoi problemi alla tiroide.
      Buon 2014!

  63. 5-1-2014

    ciao loretta volevo dirti che soffro di tiroide di hascimoto con anticorpi tireo. altissime 1050 prendo eutirox da 50 che ultimamente ho sospeso di testa mia perchè nn voglio prenderlo a vita vorrei sapere da te come comportarmi grazie

  64. 7-1-2014

    Ciao Sara, io non sono un medico, racconto solo la mia esperienza. Per ogni dettaglio comunque scrivimi in privato. Ciao!

  65. 16-1-2014

    Ciao Loretta, io la penso come te, mi hanno riscontrato ipot.di haschimoto, e hanno prescritto cura con il solito EUTIROX ,x farla breve, preso e interrotti xke stavo male, ipertensione tachicardia ecc….. ho continuato a prenderlo e interromperlo, a fine agosto mi sono rotta e ho detto BASTA da allora non prendo + niente, ho ritirato ieri esami sangue e il valore che on le cure era arrivato a 35.05 è sceso a 12 , io non capisco + niente ma eutirox mi fa paura. ciaoooo

  66. 25-1-2014

    ciao loretta mi dai dei consigli sulla terapia naturale io ho l ipertiroidismo e non voglio operarmi da chi ti sei fatta curare? e' urgente grazie

    • 4-2-2014

      Ciao, come scrivo nell’articolo sono stata alla clinica Broussais di Roma. Non essendo un medico e non posso darti dei consigli personalizzati, ma solo raccontarti la mia esperienza. Credo molto nell’omeopatia e nella medicina energetica: da un paio d’anni mi curo solo in questo modo, leggi anche gli ultimi miei articoli (ormai un po’ datati). In bocca al lupo per tutto!

  67. 12-2-2014

    Gentillissima.mi son sorpresa a quello che ho letto.Io sono circa 5 anni che prendo tirosil 50.mi piacerebbe tanto sequire la dieta naturale che ha fatto lei.gli esami nel momento sono perfeti mi anno fatto anche l’ago spirato tutto apposto ho due nodoli uno a destro del collo uno a sinistra sono calcificato Se mi manda con mail la dieta mi farebbe un grande favore. La ringrazio di cuore
    Cordiali saluti
    Alberinda Valente

    • 12-2-2014

      Buongiorno Alberinda, non sono un medico e non posso dare consigli medici: nel blog racconto solo la mia esperienza. Credo fermamente che ognuno di noi possa trovare autonomamente la propria via di guarigione, ma mai consiglierei a qualcuno di fare a meno del medico. Posso solo consigliarti di iniziare ad approfondire la tematica della medicina energetica e psicosomatica, perchè nel tempo sono quetse che mi hanno portato alla guarigione, non la dieta e nemmeno gli integratori – questi mi hanno solo fatto capire che potevo guarire senza farmaci. Leggi il mio articolo “Malattia linguaggio dell’anima”, spero possa darti la forza di iniziare un percorso illuminante. In bocca al lupo!

  68. 26-2-2014

    Ciao ti ringrazio per la tua testimonianza, personalmente sarebbe utile anche sapere i costi, da quello che ho letto su altri forum sono veramente altini, e fuori mercato nel nostro momento storico. Puoi dirci qualcosa di piu' ? Non vorrei che fosse un tipo di cura solo per alcune fasce, il che lo troverei veramente poco "medico", ma è una mia personale opinione! Grazie

    • 3-3-2014

      Ciao Emanuela, sinceramente non ricordo con esattezza i costi delle visite.. mi sembra siano circa 200 € per la prima e qualcosa meno per le successive. Io ne ho fatte due in totale, poi ho sentito i medici via telefono (abito al nord). Buona giornata!

  69. 28-2-2014

    Ciao Loretta! Per ora volevo solo dirti che sono molto contenta di aver trovato il tuo blog.
    Mi sono appena imbattuta in questa strana “malattia”? Io attiva, sportiva e positiva mi sento così cambiata ultimamente.
    Ho appena fatto gli esami e non ho ancora i risultati ma sono certa che farò di tutto per stare al meglio possibile senza distruggere ulteriormente il mio corpo e per tornare ad essere me.
    Grazie e buona serata!

    • 3-3-2014

      In bocca al lupo Viviana!

  70. 21-4-2014

    si e la cura naturale che hai fatto??? non ce la dici?

    • 11-6-2014

      Sarebbe stupido e presuntuoso pubblicare una cura che è stata prescritta per il mio caso specifico. Il mio post ha l’intento di aprire gli occhi, non di fornire una cura miracolosa. Le scorciatoie nella salute non esistono, l’unica via è prendersi la responsabilità delle proprie malattie.

  71. 21-4-2014

    io dopo un trattamento con interferone per curare l epatite c , mi trovo ad aver eliminato il virus , ma aimè mi hanno diagnosticato l ipotiroidismo , qualcuno sa dirmi se è permanente o dovuto a questa cura??? non so , sono molto abbattuta!!! grazie !!!!

    • 11-6-2014

      Ciao Patrizia, e come si fa a sapere? Il tuo corpo può certo darti delle risposte.. cerca sul sito di Valdo Vaccaro come imparare ad ascoltarlo. In bocca al lupo!

  72. 20-5-2014

    <3 ce la puoi fare

  73. 5-6-2014

    Ciao Loretta mi chiamo Ornella e non ho un account Facebook. Hai una mail dove posso scriverti in privato?

    • 11-6-2014

      Ciao Ornella, puoi scrivermi utilizzando il form del sito nella pagina contatti.

  74. 22-6-2014

    La mia storia e’ molto simile alla tua.
    Ti ringrazio per averla condivisa e per suggerire a tutti di non trovare rimedi facili via web.

    Mi dispiace per qualche commento che denigra la tua esperienza. Non hanno capito che ci sono altri modi – scientifici! – per curarsi senza ricorrere ai farmaci.

    A me e’ stata diagnosticata la tiroidite di Hashimoto circa due anni fa. Sembrava una cosa caduta dal cielo a cui non ci si potesse opporre, da cui non si potesse neanche lontanamente sperare di guarire e tutto sommato, mi dicevano svariati endocrinologi, “circa un terzo degli italiani e’ ipotiroideo, potrebbe non considerarsi neppure una malattia visto che ce l’abbiamo in cosi’ tanti”!!!

    Resta il fatto che ti costringono ad assumere l’eutorox (o equivalente) a vita. Un ormone sostitutivo, che mette un po’ alla volta in totale “riposo” la tua tiroide facendoti diventare totalmente dipendente dal farmaco.

    “Ma che vuoi che sia! Te lo danno pure gratis!” Mi dicevano i miei parenti…
    Io, testarda, penso che nessuno ti regala niente e che se anche noi “malati” non lo paghiamo, qualcuno che lo paga c’e’: lo stato italiano che alimenta e sostiene le spese, da una parte, e le case farmaceutiche che si arricchiscono e si assicurano ogni anno centinaia di migliaia di nuovi “malati”… ovviamente con interessi reciproci.

    Ho cercato, letto, sperimentato su me stessa.
    Alla fine, grazie all’aiuto di un medico (laureato e specializzato): il dott. Luca Speciani, ho trovato un’altra strada Naturale, Scientifica, senza farmaci!

    Dieta Gift (ovvero, alimentazione SANA, NORMOCALORICA, ABBONDANTE, abbinata a quotidiana attivita’ fisica e a degli integratori naturali che aiutano la tiroide a superare il momento critico.
    Risultato: smettendo totalmente l’assunzione di eutirox, dopo circa due mesi i miei valori si sono normalizzati e pure il mio ciclo (da sregolato ed anovulatorio e’ diventato regolare ed ovuratorio)!

    Pensate poi, che prendere un farmaco a vita come l’eutirox, oltre a rendere totalmente non-funzionale la vostra tiroide (visto che l’ormone e’ sostituito sinteticamente, piu’ che metterla “a riposo” la annulla), non guarirete neppure dalla fase infiammatoria degli anticorpi, infatti se c’era un motivo per cui si erano attivati, con l’eutirox di certo non avrete rimosso la causa, che anzi, continuera’ ad agire.
    Inoltre, avrete tutti i dannosi effetti collaterali del farmaco che nessuno menziona ma che, preso a vita, avra’ senz’altro conseguenze non piacevoli (oltre alle frequenti tachicardie, insonnie, segni di iperattivita’, provoca anche danni alle ossa e cardiovascolari).

    Quindi, se non e’ davvero necessari prenderlo, ovvero, quando l’ipotiroidismo e’ ancora subclinico (nella stragrande maggioranza dei casi!!!), pensateci bene e cercate altri medici, altre fonti, altre possibilita’, che vi assicuro, esistono.
    Avrei molto altro da dire sulla mia esperienza personale, ma credo vi siano piu’ utili questi video che vi segnalo:

    http://www.dietagift.it/notizie/ultime/ridurre-i-farmaci-per-la-tiroide-si-puo-il-video.html

    https://www.youtube.com/watch?v=nDj-9ww_Oss&feature=youtu.be

    https://www.youtube.com/watch?v=XiBKszSFNe4

    Cominciate a volervi bene e a stare attenti a chi affidate la vostra salute.
    Marian

    • 23-6-2014

      Grazie Marian! Del sostegno, del racconto e dei link 🙂

    • 4-8-2014

      ciao marian , anch’io devo andare da luca speciani a settembre/ottobre per il medesimo problema, ti volevo chiedere se il tuo era un hashimoto sub clinico o conclamato con sintomi abbastanza pesanti ? grazie mille !
      . paolo

  75. 20-8-2014

    ciao, mi chiamo Patrizia e leggendo i vostri post ho deciso di scrivere anch io la mia esperienza.. tempo fa hgo fatto una cura per l epatite c gen 3 con interferone e capsule rivabina , dopo circa due mesi l epatologa mi sospende per sospetta malattia autoimmune tiroidea , cosi è stato, tsh soppresso e poi da ipe a ipo toroidismo, cosi mi ha mandata dall endocrinolodo che mi ha prescritto l Eitirox da /5 e 100 il fine settimana , mi chiedevo , ma forse visto cheè stata indotta dalla terapia precedente , non è che poi si riprende da sola col tempo???? grazie se qualcuno mi da in mano…. anch io non vorrei prendere l ormone a vita Grazie!

    • 25-8-2014

      Ciao Patrizia, prova a rivolgerti ad un medico alternativo, ovviamente deve essere qualificato (e con qualificato intendo che abbia fatto tutto il percorso di studi classico e solo successivamente specializzazioni in medicine alternative). In bocca al lupo!

  76. 8-9-2014

    Da poco ho scoperto di soffrire di ipertiroidismo il medico mi vuole curare con eutirox ma io non voglio

  77. 21-10-2014

    Ciao Loretta,

    avevi anche dei noduli?
    grazie
    Lucia

    • 21-10-2014

      Ciao Lucia, no nessun nodulo importante, solo delle zone molto piccole e leggermente iperecogene: principio di noduli? non saprei. Comunque poi non si sono più visti. Ciao!

  78. 12-12-2014

    La tiroide di Hashimoto, come altre forme di tiroide auotimmune, o di ipo ed ipertiroidismo sono fortemente collegati ad un alimentazione sbilanciata sul consumo di cereali con il glutine (come pane e pasta!). E' possibile guarire eliminando la causa, ma una volta subentrata la malattia non basta eliminare i cereali con il glutine, è necessario eliminare tutti quanti i cereali e anche i dolci. Vi consiglio di leggere questa testimonianza di guarigione, di Barbara, guarita appunto con la Dieta del gruppo sanguigno del dottor Mozzi, dove per problemi come questi, vengono eliminati dolci e cereali. Questa è la testimonianza di cui vi parlavo: http://dietagrupposanguigno.altervista.org/tiroide-autoimmune-guarigione-barbara/

  79. 11-1-2015

    Non ho capito bene se la tua guariggione e stata dopo che hai effettuato visita, dieta e presso integratori dati dal Centro Broussais Roma.

    • 12-1-2015

      Certamente la terapia naturale del centro mi ha aiutato, ma non è stata decisiva in quanto i risultati non rimanevano stabili nel tempo. Da lì ho iniziato un percorso di consapevolezza e cambiamento che ha riguardato un po’ tutto a 360 gradi: stile di vita, alimentazione, lavoro introspettivo psicologico ed emotivo… è tutto scritto nelle mie risposte ai commenti di questo articolo. In bocca al lupo!

  80. 18-1-2015

    Ciao Loretta, sono Eva. Anzitutto grazie x questa tua condivisione. Io ho 25 anni e mi hanno appena diagnosticato un forte ipotiroidismo con TSH di 8,71.. aumentato dopo un mese di integratore di iodio.. prima lo avevo a 6,91. Non sono ancora positiva all’anticorpo, ma sono comunque preoccupata.. premetto che sono vegana dall’anno scorso, e che non assumo farmaci da circa tre anni.. sono una persona molto sensibile, ho avuto un esperienza amorosa traumatica con relative violenze di vari generi, per cui non voglio assumere Eutirox. Sono convinta che questo sia l ultimo dei numerosi allarmi che il mio corpo mi ha mandato per far plasmare la mia energia nei confronti di me stessa soprattutto..premetto che sono uscita da quel tunnel da finalmente due anni, ma come si suol dire.. ci si impiega tanto ad ammalarsi.. ma anche a guarire!! Volevo solo un consiglio da te.. tentare di recarmi dalla mia omeopata di fiducia, accompagnata dalla terapia psicologica che sto facendo da tempo in modo continuativo, oppure recarmi subito al centro specializzato di Roma,e valutare cosa mi consigliano loro?sarei felice di poterne parlare con te. Dai molto supporto a persone che come me si trovano con la responsabilità in mano, di guarire se stessi. Grazie ancora

    • 19-1-2015

      Ciao Eva, prima di tutto complimenti per la grande consapevolezza, non è da tutti! Ti rispondo via mail. Buona giornata

  81. 13-2-2015

    Ciao Loretta
    Grazie per questo articolo. Lo so il post è un po datato ma l’ho appena trovato cercando delle cure alternative all’eutirox che prendo da solo un anno. Ti racconto in breve la mia storia. Ho scoperto di avere una tiroidite quando ho scoperto di essere in cinta esattamente un anno fa. I miei valori erano entro la norma ma considerando la gravidanza erano un po alti (TSH da 3.6 circa doveva scendere a sotto 2 secondo l’endocrinologo). Mi avevano detto che se non fosse stato per la gravidanza non avrei nemmeno dovuto curarla perché era una semplice e comune tiroidite trascurabile che si poteva aggiustare da sola. E comunque visto che ero in cinta e preoccupata vado dall’endocrinologa e comincio a prendere l’eutirox 50 piu 75 nell’WE. La gravidanza purtroppo non è andata a buon fine dopo solo un mese e quindi volevo smettere l’eutirox, ma l’endocrinologa mi disse che vista il mio desiderio di avere figli era meglio continuare la cura. Cosi continuai. L’estate scorsa per la prima volta ebbi una crisi di panico e feci di nuovo le analisi della tiroide il TSH era sceso a 0,2. Chiamo l’endocrinologa e le dico che voglio smettere, lei mi dice che non si poteva fare ma che potevo smette per una settimana e poi riprendere con un dosaggio inferiore, 50 piu 25 nell’week end. Cosi feci fino a Ottobre scorso quando vado da una ginecologa che mi segue per la poliabortivita. Rifaccio il TSH che era salito a 4,3. La ginecologa mi dice di prendere eutirox 50 tutti i giorni. Lo faccio ma il TSH dopo un mese non era sceso e quindi ho cominciato di testa mia a prendere 50 piu 75 nell’WE. La scorsa settimana faccio di nuovo l’esame del TSH che è scesa a 2,8. Di nuovo non va bene secondo la mia ginecologa che mi dice di fare un eco e cambiare endocrinologo. L’ho fatta oggi e sembra tutto regolare, quindi un grande sollievo.. Giovedì prossimo ho appuntamento con un altro endocrinologo che mi è stato raccomandato dalla mia senologa come un luminare il Dott. Ferdinando Valentini, andrò a lasciargli altri 200 euro di visita ma sono convinta che al massimo mi cambierà il dosaggio di eutirox e basta. Da un anno che prendo eutirox e la mia tiroide, che era nella norma ha cominciato a comportarsi come uno yoyo. Vorrei una cura alternativa ma di chi mi fido? Dove vado? Su internet ce ne sono troppe di informazioni su terapie alternative e sinceramente visto che vorrei avere un bimbo non mi sento di rischiare a mettere la mia tiroide in mano a maghi e santoni. DI una cosa sono certa che l’eutirox non mi serve ma per favore mi sai indicare degli omeopati o medici “alternativi” seri e affidabili? Grazie di cuore

    • 19-2-2015

      Ciao Nausicaa ti rispondo via mail.

  82. 26-2-2015

    Ciao Loretta ..

  83. 3-3-2015

    Ciao Loretta ,
    Cosa intendi per medicina bioenergetica e psicosomatica?

  84. 8-3-2015

    Carissima. Ho quasi 50 anni. Non si può purtroppo parlare di guarigione perché la tiroidite autoimmune o di hashimoto é cronica e anche se il valori sono giusti c'è e basta. Ho preso eutirox per 15 anni. Poi stop per 8 anni, ora ho ricominciato anche se i valori sono buoni per tentare di contrastare la grande astenia. Vivere senza eutirox si può, ma perché demonizzare una cosa che ci aiuta? Se il corpo si auto guarisse sempre nessuno morirebbe mai!

    • 10-4-2015

      Grazie Ilaria per aver espresso il tuo parere 🙂

  85. 8-3-2015

    Cosa ha di male il farmaco? Se ti fa stare meglio che problema c'è? Come avere il diabete e non voler prendere insulina

  86. 8-3-2015

    D'accordissimo. I farmaci se ben usati aiutano a vivere. Non siamo nel Medioevo

  87. 8-3-2015

    Lei non é guarita. Ha solo l'eutiroidismo. La malattia rimane perché é cronica e lo si vede con l'ecografia. Deve monitorarsi molto spesso. Se fosse guarita non dovrebbe

  88. 11-3-2015

    ipertiroidismo non si cura con l eutirox ma con il tapazole

    • 10-4-2015

      A me avevano prescritto eutirox… e questo la dice lunga 🙂

  89. 11-4-2015

    Ciao a tutti, sono michele e ho 40 anni.
    Vi porto brevemente la mia esperienza per dare speranza a tutti quelli che vogliono guarire da problemi alla tiroide naturalmente.
    Io soffrivo di ipertiroidismo e sono completamente guarito con metodo naturale nel giro di 9 mesi.
    Ho fatto: alimentazione naturale eliminando alcol, caffè, zuccheri e farine raffinate e proteine animali dal quotidiano (con qualche sgarro ogni tanto), in più agopuntura (12 sedute) e fititerapia.
    Credeteci perchè guarire naturalmente si può ed è alla portata di tutti, non date ascolto ai medici come i miei, vogliono che tu dipenda da loro per sempre, non ti vogliono guarire, ma curare per sempre.
    Buona fortuna a tutti.
    Ciao

    • 11-4-2015

      Grazie Michele per aver raccontato la tua esperienza 🙂

  90. 30-5-2015

    Ciao a tutti! Grazie per condividere la vostra storia e far sentire meglio chi si approccia alla stessa condizione.
    Credo fortemente nella medicina alternativa e alla forza dei nostri stessi pensieri. Da quasi 2 anni affronto tutto in modo olistico e ho già curato una condizione alle ovaie secondo la quale con la medicina tradizionale avrei dovuto prendere medicine a vita.
    Torniamo alla tiroide: Luglio dell’anno scorso mi trovano un TSH a 7.9 cn valori di T3 e T4 nella norma e tiroide leggermente ingrossata ma nella norma. Anticorpi alti e chiaro quadro di Hashimoto. Mi oppongo all eutirox e il naturopata mi da GTA forte che ha un leggerissimo ormone animale. Anche i medici tradizionali però mi dicono che per l eutirox posso aspettare visto ke cmq T3 e T4 sono nella norma. E io nn avevo sintomi. A Dicembre rifaccio gli esami e la situazione rimane praticamente invariata, tsh a 8.
    Qualche giorno fa una mia amica dottoressa nota ke la mia tiroide si vede un pò troppo e mi consiglia di rifare l’ecografia così vado e i risultati di ieri sono: Tiroide il doppio in dimensioni rispetto all’estate scorsa, TSH a 106 (!!!!)e T4 drasticamente abbassato, anche gli anticorpi 5 volte più alti.
    Anche a me, come a qualcun altro in questo forum, cominciano a chiedere se sto bene e come faccio a stare inpiedi e Mi dicono che potrei essere in coma da un momento all’altro.. simpatici!
    Ho risposto che non ho alcun sintomo, anzi sono andata a correre per un’ora e mezza fino al giorno prima, faccio sport regolarmente e 1000 cose al giorno. Si forse la sera dopo una giornata di lavoro sono un pò più stanca del solito, ma magari sarà anche normale essere stanchi alle 10 di sera! Mi mantengo in linea perché mangio veramente bene (seguita da un naturopata/nutrizionista da 1anno e mezzo) e faccio sport ma sicuramente non ho mai avuto un metabolismo veloce, questo si, e da sempre soffro particolarmente il freddo.. ma più di questo non ho.

    Detto questo, faccio la cantante per professione, quindi sicuramente la tiroide il doppio in dimensione ke comincia a premere mi ha preoccupato e non posso assolutamente permettere ke si ingrandisca ancora di più. E anche il fatto che non sanno come faccia a stare in piedi non mi ha entusiasmato. Ovviamente mi hanno prescritto l eutirox a 88.
    Ho deciso di prenderlo per mettermi al sicuro e riportare intanto i valori nella norma e bloccare la crescita del gozzo.. ma ho al tempo stesso deciso di non prenderlo a vita e sono agguerrita nel trovare una soluzione alternativa. Sono sicura che il problema si possa risolvere alla radice piuttosto che dare un palliativo a vita.

    Darò un’occhiata a questo centro di cui parlate, e anche a diversi centri alternativi qui in america dove vivo da 6 anni.
    Nel frattempo mi chiedevo se L’eutirox in un paio di mesi di assunzione possa creare troppo danno irreversibile. Penso e spero di no, ma credo che per quanta forza mettiamo nelle nostre ricerche alternative faccia sempre bene sentirsi un pò rassicurate 🙂

    Che ne pensate?
    Grazie e spero di non essermi dilungata troppo!

    • 1-6-2015

      Ciao Elisa, grazie per aver condiviso la tua esperienza. A mio parere due mesi di eutirox non possono fare gravi danni. Non ti risolve il problema ma credo sarebbe più dannoso non assumerlo andando contro la tua apertura “temporanea” al farmaco. Io sono convinta che la via della guarigione passa sempre attraverso l’ascolto di sè stessi… farmaco o non farmaco.. Buona fortuna.

  91. 30-5-2015

    Dimenticavo, ho 31 anni.

  92. 1-6-2015

    Valido ho imparato tanto grazie

  93. 2-6-2015

    Ciao Marco Romoli e Loretta , a cui avevo già scritto in passato. Anche io ho stesso problema di ipotiroide autoimmune. Sto seguendo la dieta di Mozzi dove parla appunto di sospendere, come dice Marco, cereali tutti – dolci e zuccheri. Avevo letto anche io la testimonianza di Barbara e ciò mi aveva dato coraggio e speranza di intraprendere questa strada. Quello che mi chiedo, a lungo andare , l'assenza completa di cereali.. cosa potrà portare? Perché si va a togliere una parte non indifferente di alimentazione.

  94. 2-6-2015

    Io sono Monica, comunque! Stò scrivendo tramite fb di mio marito, io non ce l'ho!

  95. 2-6-2015

    Sei stata coraggiosa Ilaria a sospenderlo per 8 anni. Cosa hai fatto nel frattempo? Ti sei controllata con la dieta? C'è la dieta dei gruppi sanguigni che sembra dia aiuto anche per contrastare l'astenia di cui parli. Monica

  96. 5-6-2015

    Daniele Fantelli buongiorno Monica. Se non mangia alcun tipo di carboidrato va incontro a chetonuria, però dovrebbe togliere anche i legumi per incorrere in questo problema. Invece il dott. Mozzi consiglia di sostituire i cereali con i legumi, o con la quinoa e li trova tutti i nutrienti di cui ha bisogno, compresi i carboidrati.

  97. 21-9-2015

    per me non è una novità visto che sono un bioenergoterapeuta, i medici spesso prescrivono ricette senza fare una visita scrupolosa,

  98. 31-10-2015

    Salve a tutti io ho ipertirodismo con morbo di basedow ed esoftalmo ki di voi è guarito?

  99. 31-10-2015

    leggi il libro di raul vergini….o su fb….( ipotiroidismo alternativa all'eutirox )

  100. 31-10-2015

    eutirox sistema i valori ma i sintomi permangono perche contiene solo ormone tf4..e a molte persone non viene sintetizzato in tf3…..vai sul sito raul vergini…ti si aprirà un mondo

  101. 16-11-2015

    Salve a tutti, ho ipotiroidismo non autoimmune ho preso eutirox gradatamente per 3 mesi fino ad arrivare a 50 mg: problemi al cuore tachicardia e dolori adesso l'ho sospeso spero di non avere problemi permanenti!e se avevo poca fiducia per alcuni dottori adesso ne sono sicuro!

  102. 14-3-2016

    Ciao a tutti, ho lo stesso problema con la tiroide o meglio con il dosaggio dell ' Eutirox. Ma l' omeopata di cui si parla di dove e'? Perche' io sono di Genova e nella mia citta' non saprei da chi andare. Sono stata in endocrinologia a Pisa ma non mi hanno convinta con le loro Linee Guida. Quindi vorrei interrompere la terapia tradizionale. Accetto consigli.
    Ciao

    • 23-3-2016

      Ciao Patrizia, il mio omeopata è di Brescia. Loretta

  103. 29-5-2017

    ciao vorrei sapere se a distanza di 5 anni ti sei guarita o se sono ritornati i problemi che avevi relativi alla tua tiroide

    • 29-5-2017

      Ciao Manuela, non ho più avuto nessun problema alla tiroide: faccio regolarmente gli esami e sono nei valori corretti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

wordpress best themes - 2012 wordpress theme - magazine wordpress themes